NewsPrimo piano

A Gela monologhi di Mohamed Idrissi e Maria Grazia Bilello

Vittorie con lode per Idrissi e la Biello che hanno messo dietro tutti gli avversari. Piace la novità dei due giri per una manifestazione che conferma l'ottima organizzazione dell'Atletica Gela.

Gela (CL) –  C’è il sole a Gela nel penultimo atto del Grand Prix regionale di maratonine, andato in scena oggi; sembrerebbe quasi primavera se non fosse che il calendario ci dice che siamo entrati appena nel mese di dicembre. C’è la gara, disputata in un percorso che è piaciuto agli atleti, per quel falsopiano che ti regola il passo e per quei due giri che hanno fatto della maratonina di Gela una manifestazione matura e di qualità. C’è Mohamed Idrissi che ha stravinto la gara bissando il successo dello scorso anno e c’è una Maria Grazie Bilello regina incontrastata di questa seconda parte di stagione, che ancora una volta vince e convince.

Nella gara al maschile assolo di Idrissi tesserato per la Mega Sport Hobby che ha inflitto poco più di 4 minuti al secondo arrivato, Vito Massimo Catania (Universitas Palermo), terzo posto per il regolare Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) a 5 minuti dal vincitore. Quarta e quinta piazza appannaggio di Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì) e Vincenzo Giangrasso (Atletica Lipa Alcamo).

La gara delle donne è stata più spettacolare, se non per la prima posizione, facile presa della Bilello (Universitas Palermo), sicuramente per il podio che ha visto Maria La Barbera soffiare proprio negli ultimi metri la seconda piazza ad una sempre generosa Rosaria Patti (Trinacria Patti). Ennesima prova di forza per la Barbera del Marathon Altofonte tra le rivelazione di questa stagione.  Fuori dal podio assoluto, ma autrici di ottime prove Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa) e Carla Grimaudo (Lipa Alcamo) quarta e quinta.  

Confermati maglia Oro del circuito Antonino Muratore (Universitas Palermo) oggi settimo e Rosalba Ravì Pinto  (Atletica Nebrodi) che ha chiuso in un’ottima quinta posizione. 

La manifestazione, ottimamente organizzata dall’Atletica Gela del presidente Luigi Morselli ha ricordato per il terzo anno Aurelia Triberio, podista e avvocato e Nunzio Cavaleri recentemente scomparso.

Ricco come sempre il ristoro finale e premiazioni con le tegole artistiche o “coppi siciliani”,andati a tutti primi di categoria e  realizzati artigianalmente da Laura Granvillano atleta di casa. In premiazione, con gli “alberi della vita e della corsa” donati dall’AISA (l’associazione pee la lotta alle sindromi atassiche), anche l’ultimo e l’ultima classificati. Prossimo appuntamento con il GP di maratonine il 23 dicembre a Ribera, sarà quello l’epilogo di una stagione lunga  che era iniziata a marzo con la mezza della Concordia.  

Classifica Uomini

  • Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) 1h11’04
  • Vito Massimo catania (Universitas Palermo) 1h15’28
  • Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) 1h16’13
  • Abdelkrim Boumalik (Atletica Canicattì) 1h17’44
  • Vincenzo Giangrasso (Atletica LIPA Alcamo) 1h18’41

Classifica Donne

  • Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo) 1h28’51
  • Maria La Barbera (Marathon Altofonte) 1h31’54
  • Rosaria Patti (Trinacria Palermo) 1h31’58
  • Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa) 1h33’35
  • Carla Grimaudo (Atletica Lipa Alcamo) 1h34’32

 

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *