News

Campionati del Mediterraneo U23: staffette azzurre a marchio Sicilia

Allo stadio Picchi di Jesolo dopo l'oro nel lungo di Randazzo, gli atleti siciliani in azzurro portano a casa altri due ori e due argenti. Record nazionale per la 4x100 femminile

Ai Campionati del Mediterraneo U23 gli atleti siciliani tornano da Jesolo con la consapevolezza di avere svolto al massimo il compito loro assegnato. E così nel ricco medagliere azzurro troviamo l’oro di Filippo Randazzo che ieri è balzato  a 7.88 (+1.1) che rappresenta la miglior misura della sua stagione outdoor. Il ventiduenne siciliano delle Fiamme Gialle, capitano del team azzurro, ha preceduto il il calabrese Gabriele Chilà che all’ultimo salto ha messo paura a Randazzo, siglando la sua miglior misura di sempre (7.82, +2.0). Bronzo per lo spagnolo Daniel Solis (7.81, +1.0).    

Il resto delle medaglie “made in Sicily” arriva dalle staffette e sono quartetti doc, a cominciare dall’oro (13° della spedizione italiana) della  4×400 maschile. A conquistarlo sono Mattia Casaricco, Andrea Romani, Edoardo Scotti e l’etneo Giuseppe Leonardi, che corrono in 3’05”07, precedendo Tunisia (3’08”58) e Spagna (3’09”78).   

Altro oro con le ragazze della 4×400 femminile: la nissena Alice Mangione, Elisabetta Vandi, Rebecca Borga e Virginia Troiani fermano il cronometro a 3’37”88, precedendo la Francia (3’41”62).

I due argenti in salsa siciliana arrivano dalle staffette 4×100. Il quartetto maschile azzurro, formato da Antonio Moro, il messinese Nicholas Artuso, Thomas Manfredi e Andrei Alexandru Zlatan corre in 39”89, inchinandosi solo alla Francia (39”72). Bronzo per l’Algeria (41”19).

E argento con record nazionale per la 4x 100 femminile e particolare da evidenziare che sono tutte juniores le nuove primatiste:  Aurora Berton, Moillet Kouakou, la siracusana Alessia Carpinteri e Vittoria Fontana che volano in 44”40, conquistando la medaglia d’argento e stabilendo il nuovo record italiano di categoria. Cancellato il precedente record  44”52 (De Fazio, Siragusa, Bongiorni e Hooper) . L’oro sfugge per un centesimo e va alla Francia (44”39). Bronzo alla Spagna 45”28.  

 

Foto di JESOLO 2018 /Jesolo 2018

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *