Brevi...di corsa

“Start”: Il ”Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese” accoglie gli “amici” partner europei

Apertura questo pomeriggio con una conferenza alla quale prenderà parte, tra gli altri, il segretario generale della FIDAL, Fabio Pagliara.

Tutto pronto a Castelbuono per dare il via a “Start – Sport Training To Run Together”, il progetto europeo presentato nel marzo 2017 dal “Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese”  e  approvato dalla Commissione Europea lo scorso mese di settembre; un percorso innovativo che vede l’ASD castelbuonese in qualità di promotrice, ma che presenta anche la partnership di altri quattro paesi europei, la Bulgaria, la Finlandia, la Lituania ed il Portogallo. Il clou di questa fase iniziale saranno oggi e domani, venerdì 23 febbraio, quando, alla presenza dei rappresentanti dei paesi  partner si svolgeranno i lavori di Start.

Tra gli appuntamenti più significativi la conferenza di presentazione del progetto, in programma questo pomeriggio alle 18,00 presso la Sala Conferenze del Museo “F. Minà Palumbo”. Alla presenza del segretario generale della FIDAL Fabio Pagliara, al tavolo dei relatori siederanno il sindaco di Castelbuono Mario Cicero, gli assessori allo sport e all’istruzione Dario Guarcello e  Marienza Puccia, Antonio Castiglia, presidente del “Gruppo Atletico Polisportivo Castelbuonese”, Vincenzo Provenzano docente di scienze economiche, aziendali e statistiche dell’Università di Palermo, Dario Di Garbo, responsabile del progetto Start, i rappresentanti dei quattro Paesi europei partner del progetto, Alberico Fasano (presidente CTA Fauni) e Gian Clelia Cucco (presidente della Coop. Aquilone). E’ inoltre, previsto l’intervento del babysindaco, Emanuele Cannizzaro. A moderare l’incontro sarà Martino Spallino.

In particolare il progetto “Start” mira a rafforzare e promuovere la visione dello sport come strumento d’integrazione sociale e d’inclusione socio-culturale; tra i suoi obiettivi c’è la promozione della capacità dei partner di operare in rete, su dimensione europea, condividendo idee, percorsi, metodi e migliori pratiche. Le finalità di Start sono quelle di   rafforzare lo sport come metodo d’integrazione, inclusione sociale e pari opportunità e promuovere lo sviluppo di un approccio innovativo nel settore sportivo, al fine di rafforzare il percorso di formazione e specializzazione  di allenatori, istruttori, educatori e dirigenti.

A seguire la prima “tappa” castelbuonese del progetto ci sarà, il prossimo aprile l’appuntamento in terra bulgara, a Sofia, in occasione della quale  ci sarà un corso di formazione transnazionale per 5 allenatori ed istruttori (uno per ogni Paese partner del progetto) durante il quale acquisiranno le metodologie necessarie per utilizzare lo sport come strumento per l’inclusione sociale.

 

 

Tags

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *