Brevi...di corsa

Giro al Sas: vince l’etiope Edris, quarto Osama Zoghlami

A Trento, nella classica gara su strada, quinta vittoria per l’etiope che precede i due azzurri: a quattro secondi il piemontese Pietro Riva, a dodici il campione europeo dei 10.000 Yeman Crippa.

È ancora Muktar Edris il padrone del Giro al Sas. L’etiope conquista il suo quinto successo sulle strade del centro storico di Trento, il secondo consecutivo, nella 75esima edizione di questa classica con il tempo di 28:47 su una distanza di poco superiore ai dieci chilometri. Alle spalle del due volte iridato dei 5000, il migliore degli azzurri è Pietro Riva (Fiamme Oro) staccato di quattro secondi in 28:51 mentre l’idolo del pubblico di casa, il campione europeo dei 10.000 metri e compagno di club Yeman Crippa, finisce al terzo posto in 28:59. Una sfida risolta dall’allungo di Edris durante l’ultima delle dieci tornate nei confronti del piemontese Riva, tricolore in carica e recordman nazionale dei 10 km su strada che si aggiudica il Memorial Cosimo Caliandro dedicato al primo degli italiani, dopo che a tre giri dal traguardo si era formata la coppia di testa con Crippa staccato di qualche metro. Arriva così il pokerissimo per il 28enne africano, già vincitore nel 2014, 2015, 2017 e 2021. Ai piedi del podio Osama Zoghlami (Aeronautica), bronzo continentale dei 3000 siepi, quarto in 29:12 seguito da Iliass Aouani (Fiamme Azzurre, 29:13) e dal 21enne Francesco Guerra (Gp Parco Alpi Apuane, 29:25). Le accelerazioni di Edris hanno scandito il ritmo di gara: la prima sferzata è arrivata al quarto giro, portando alla creazione di un quartetto comprendente anche il burundiano Jean Marie Vianney Niyomukiza (Atl. Libertas Unicusano Livorno), poi decimo in 29:33. Un giro più tardi, la seconda frustata ha visto cedere proprio quest’ultimo, consentendo a Edris di mettere le mani anche sul traguardo volante intitolato alla memoria dell’alpinista trentino Fabio Giacomelli.

Sintesi tv su RaiSport domenica sera alle 20.30.

Fonte Fidal

Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Close