Brevi...di corsa

Domenica 4 novembre la Scalata Patti-Tindari

La manifestazione è valida come penultima prova del GP regionale di corsa 2018

La ASD Podistica Pattese, madre della Scalata Patti-Tindari giunta alla 6ᵃ edizione e divenuta quest’anno Gara Regionale, ha svelato ieri, presso la Sala comunale, dettagli e curiosità per la cronoscalata del 4 novembre.

Anzitutto l’importante novità dell’inserimento della gara nel circuito Gp Sicilia, come pure l’affiliazione della stessa, oltre che con la FIDAL, anche con l’ENDAS per cui ha parlato il presidente provinciale Salvatore Sidoti, prospettando finanche possibili riconoscimenti nazionali.

Ancora, così come l’anno scorso Massimo Vito Catania aveva emozionato partecipanti e spettatori spingendo di corsa la carrozzina con cui Giusy La Loggia è vincolata a muoversi, anche quest’anno la gara si onorerà della loro partecipazione. Ciò pure perché la Scalata Patti-Tindari devolverà per ogni iscritto una piccola quota a sostegno dell’ AISA, Associazione Italiana per la Lotta alle Sindromi Atassiche.

Ancora aperte le iscrizioni, ma del numero raggiunto si è potuto dire: 600 runners si preparano per la cronoscalata, per cui la Podistica Pattese si accinge a confezionare i sostanziosi pacchi gara consegnando pure, a ciascun finisher, la medaglia.

Anche questa, disegnata da Alessandro Recupero tesserato dell’Associazione stessa e realizzata in ceramica pattese, concorrerà alla promozione del territorio: i Laghetti di Marinello si chiudono in un cuore che accoglie la Madonna Nera stilizzata con in seno il bambino.

L’Unione Commercianti Pattesi, sempre più coinvolta stimolando la Scalata le risorse locali, aprirà la manifestazione sportiva con il convegno “Sport, corsa e salute”, per cui ha parlato il Chinesiologo Umberto Gatani invitando a partecipare all’incontro previsto per la vigilia della gara alle ore 17.30 presso la Sala comunale di Piazza M. Sciacca.

Facile intendere come 600 podisti accompagnati da amici e familiari gremiranno le strade da Patti a Tindari per la due giorni e in particolare la domenica mattina. Proprio a tal proposito, necessaria giorno 4 novembre la chiusura al transito veicolare, dalle ore 10 alle 11.30, da Piazza Marconi a Locanda.

da comunicato organizzatori

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *