NewsPrimo piano

Tutto facile a Valverde per Lucio Cimò e Chiara Immesi

I due atleti dell'Universitas hanno fatto il vuoto andando a vincere a braccia alzate, al termine dei quattro giri di un percorso reso ostico a causa del caldo e di un paio di toste salite

Valverde (Ct). Vittorie sul velluto per Lucio Cimò e Chiara Immesi alla 5a edizione di Corri Amo Valverde, che si è disputata stamane. La manifestazione, organizzata dall’Atletica Valverde. è stata valida come 8a prova del GP regionale di corsa su strada e 4a del GP provinciale. I due atleti dell’Universitas hanno fatto il vuoto andando a vincere a braccia alzate, al termine dei quattro giri di un percorso “tecnico”, con un paio di salite spacca-gambe, che ha esaltato gli atleti più in forma. Se poi ci mettiamo anche le temperature, al di sopra delle media stagionali, ecco che i circa 320 atleti giunti oggi a Valverde, hanno faticato più del previsto per portare a termine i dieci chilometri della gara. Partenza e arrivo dal centrale corso Vittorio Emanuele davanti alla plesso scolastico “Allegra” simbolo della street art che caratterizza, grazie ad un progetto di riqualificazione urbana, alcune vie del paese alle pendici dell’Etna. 

Dicevamo tutto facile per Cimò che ha chiuso la sua gara con il tempo di 34’46. Alle sue spalle, autore di una splendida rimonta Antonio Puccio (Marathon Club Sciacca) in 35’40. Appena un secondo in più per Lorenzo Abbate (Universitas Palermo) che forse oggi sulle gambe aveva ancora i 21 km e rotti della maratonina di Terrasini, vinta domenica scorsa. A completare il quintetto di testa il giovanissimo Dario Longo (Amatori Regalbuto) e Nino Muratore (Universitas Palermo). Copione di gara identico per Chiara Immesi prima sul traguardo con il tempo di 40’49. A quasi due minuti una “ritrovata” Maria Grazia Bilello (Universitas Palermo) in 42’44. Ottima terza Mika Iwaguchi (Fiamma San Gregorio) in 43.15. Quarta piazza per la regolarissima Luana Russo (Marathon Club Sciacca), quinta l’atleta etnea Suelen Spitaleri (Sal Catania). Per quanto riguarda la gara corta (tre giri)i primi a tagliare il traguardo sono stati Francesco Musmarra (Atletica Virtus Acireale) ed Elena Sciuto (Ortigia marcia Sr).

Buona l’organizzazione (gara per la prima volta inserita nel circuito regionale) da parte dell’Atletica Valverde: nel pacco gara gli atleti hanno trovato anche la medaglietta e la maglia tecnica.

Per le donne, in concomitanza con la festa della mamma, che si celebra oggi, piantine di azalee. Ottimo il ristoro finale con panini, dolci, frutta e bevande.  Unica nota stonata le premiazioni finali, nate con un imprevisto e proseguite peggio con la consegna dei premi (ceste con prodotti locali) avvenuta, in fretta e furia,  e in una location non adeguata allo scopo. Un “peccato” veniale per il presidente Santi Coppola che ha messo braccia, anima e cuore per l’organizzazione della Corri Amo Valverde. Prossimo appuntamento con il circuito del Grand Prix, domenica 27 maggio a Caltanissetta con il Trofeo Kalat, la manifestazione, a cura della Track Club Master di Caltanissetta, che quest’anno diventa maggiorenne.

Classifica nella sezione download del sito Grand Prix Sicilia

 VAI ALLA PHOTOGALLERY

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *