Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




News

Artuso d’applausi: 10.35 nei 100 e argento “pesante” dietro Patta

Nel day 1 dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Grosseto, crescono il sardo e il siciliano nei 100 metri. Vince Patta, Artuso splendido secondo

È Lorenzo Patta l’uomo-copertina della prima giornata ai Campionati Italiani Juniores e Promesse di Grosseto. Lo sprinter sardo delle Fiamme Gialle, al rientro, nella sua prima gara dell’anno, trionfa con 10.31 (+1.3) nei 100 metri e si aggiudica l’appassionante duello con il siciliano di Pace del Mela compagno di club Nicholas Artuso (Fiamme Gialle) capace di 10.35. Per entrambi è il primato personale.  Per Artuso, allenato da Franco Ripa, una medaglia d’argento con il sorriso sulle labbra che arriva dopo i tanti successi collezionati in questi anni nelle competizioni nazionali e soprattutto con un PB di grande spessore.

Campionati italiani juniores e promesse

 Chi si chiedeva che fine avesse fatto Lorenzo Patta, l’argento della 4×100 agli Europei under 20 di Boras, beh, ha avuto piena risposta a Grosseto: “Non mi aspettavo un crono del genere, ci tenevo a farlo già agli Assoluti di Padova ma i problemi muscolari me l’hanno impedito”, racconta alla fine. Si rilancia così l’oristanese delle Fiamme Gialle che si era messo in luce negli anni passati, soprattutto nel 2018 con i titoli tricolori juniores ad Agropoli nei 100 e 200. Il suo 10.31 comincia a diventare un tempo di valore, a maggior ragione perché ottenuto al terzo turno di gara, nel giro di cinque ore. Piace anche Nicholas Artuso (Fiamme Gialle), 10.36 in semifinale e 10.35 in finale, per tornare ad abbassare il personale dopo tre anni (10.42 nel 2017): “È il secondo posto più bello della mia vita”, esulta, sulla pista che gli rievoca i dolci ricordi dell’argento europeo di categoria con la 4×100 insieme a Filippo Tortu. Artuso era il campione in carica uscente.  Il terzo posto lo merita Fabrizio Ceglie (Assindustria Sport Padova) con 10.52 (+1.3).

 

VAI AL VIDEO DELLA GARA

https://www.facebook.com/watch/?v=921825354978445&extid=v3Rn6S57fGsV3Non

da Fidal

Foto di FIDAL COLOMBO/FIDAL

 

Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *