Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Varie

Sicily Ultra Tour: al via il prossimo 5 settembre

Conferenza di presentazione dell'evento lunedì 31 agosto alle ore 10.30 a palazzo di città a Gela. La partenza degli atleti della "Sicily", prevista per il 5 settembre alle Mura Timoleontee, sarà accompagnata da una corsa - camminata non competitiva di circa 4,5 Km con arrivo all'acropoli del Museo.

E’ ufficiale: il  Sicily Ultra Tour partirà da Gela il 5 settembre 2020 alle ore 8.00 dal Parco Archeologico di Gela e precisamente dalle Mura Timoleontee, fortificazione di origine greca risalente a circa 2.400 anni fa  ancora in perfetto stato di  conservazione. Dopo 14 tappe ed un percorso di 970 km lungo la costa siciliana e l’attraversamento di 83 Comuni la gara arriverà a Gela verso le ore 16.30 del 18 settembre  in Piazza Duomo,  dove si trova la Chiesa Madre costruita su un basamento ricavato da un antico tempio greco.

La Sicilia è sicuramente una delle regioni d’Italia più belle e suggestive, ricca di storia, di spiagge meravigliose e di  paesaggi naturalistici particolarmente attrattivi. Se viaggiare in Sicilia è bello, farlo di corsa è ancora più coinvolgente!

 Lo chiediamo ad Antonio Tallarita, ingegnere e dirigente d’azienda e ultramaratoneta con un curriculum di 105 ultramaratone percorse in tutta Europa e  ideatore di questo Evento.

Come nasce il  Sicily Ultra Tour?

Il Sicily Ultra Tour nasce nel 1993 in occasione del primo anniversario della strage di Capaci. Allora i tempi non erano maturi per questo tipo di evento ed il Sicily Ultra Tour è stato messo in soffitta  e sostituito dalla  Staffetta “Gela- Palermo- Podistica non stop contro la mafia” di 223 km. Oggi ci sono tutte le condizioni per riprendere l’idea del giro della Sicilia di corsa  e  trasformarlo in un evento internazionale.

 Io sono del parere che da giovani si debba sognare e farlo in continuazione. Ad una certa età è necessario fermarsi, finire di sognare e concretizzare i propri sogni. Questo è uno di quelli.

Quanti atleti saranno presenti al Sicily Ultra Tour?

La pandemia del coronavirus ha ridimensionato il numero di atleti partecipanti all’evento. Da Gela partiremo 4 atleti, altri si aggiungeranno lungo il percorso partecipando ad una o più tappe. 

 La Sicilia è una terra meravigliosa che merita un viaggio ma questo è un viaggio molto particolare, ci puoi raccontare qualcosa?

Questo è un viaggio unico nel suo genere. Il percorso è tutto su strada asfaltata e passa per il cuore di 83 paesi.  Esso  si snoda quasi tutto lungo la costa siciliana e quindi è caratterizzato da tratti pianeggianti ma anche da tratti di salite e discese lungo scogliere che si affacciano sul mare. Rendere questo viaggio unico non è stato facile così come non è stato semplice scegliere le città di arrivo e partenza delle 14 tappe, pertanto  ho privilegiato la storia del luogo e l’interesse turistico, sia per i monumenti sia per il mare. Questo evento vuole essere un momento di aggregazione sportiva per chi ama le gare di lunga durata con un viaggio nella storia e nella cultura siciliana.  I familiari e/o gli  accompagnatori godranno di forti momenti emotivi e potranno godersi la bellezza dei posti e fare turismo puro.

Per dare continuità al giro, le tappe partono dallo stesso punto in cui finiscono le precedenti.  I  punti di partenza ed arrivo di alcune tappe sono all’interno di Parchi Archeologici come  quello di Siracusa, l’Antico Teatro Greco di Taormina, il Parco Archeologico di Selinunte ed Eraclea Minoa, il passaggio dentro la Valle dei Templi di Agrigento ed il passaggio all’interno del Parco Archeologico di Gela e ancora paesini e borghi storici  incantevoli  come  Aci Castello, Capo d’Orlando, Cefalù,  Castellammare del Golfo e ancora le saline di Trapani,  la tonnara di  Sciacca, vie ricche di palazzi barocchi  come quelli presenti a Modica e Noto. Un viaggio nella storia e nella cultura siciliana che parte dalla Grecia ed arriva ai giorni nostri  come il   Castello del Gattopardo  di Palma di Montechiaro e le spiagge  incantevoli con il mare  incontaminato di   Marina di Ragusa,  i posti di Montalbano e Camilleri.

Ci parli allora di queste 14 Tappe

 Il percorso di  970  km del Sicily Ultra Tour  è  stato suddiviso in 14 tappe della lunghezza  media di 70 km al giorno. Le tappe più brevi sono la  4°  da Aci Castello a Taormina di 46,4  km,  525 m +D e la 9°, la Trapani –Palermo di 48,3 km, 997 m +D.  Si tratta di 2 tappe importanti in quanto sono quelle che permettono un recupero fisico, sia per le fatiche dei giorni precedenti sia per le tappe successive.  La tappa  più lunga e dura è la 6° da Villafranca Tirrena a  Capo d’Orlando, tappa di 83 km con un dislivello di 1.123 m +D, che sicuramente farà la differenza tra chi può completare il giro e chi no. Anche la 7° ed 8° tappa sono di circa 80 km ma con un dislivello molto inferiore.  Il percorso si snoda lungo strade asfaltate ed attraversa 83 paesi.  Ove è stato possibile si sono scelte strade  panoramiche poco trafficate e lungomare di città turistiche in modo da godere della bellezza del posto. Trattandosi di percorso lungo la  costa ci troveremo con lunghi tratti pianeggianti ma, per fortuna  non rettilinei, e tratti con continui saliscendi di altimetrie non significative, se prese da sole,  ma  dure e pesanti se inseriti nel contesto di un evento che prevede una  distanza media di 70 km al giorno per 14 giorni consecutivi.

E’ come dire quindi una sfida con la fatica?

Più che una sfida con la fatica direi una sfida importante con se stessi e una ricerca della propria capacità di mescolare la sofferenza con il piacere della corsa. Sicuramente non è un evento per tutti. Occorre essere allenati e preparati per reggere ad un carico di fatica fisica e mentale  non indifferente. Occorre soprattutto mettere un po’ di positività e credere che il nostro fisico, se aiutato dalla testa, può andare oltre a i limiti che noi pensiamo di avere. E’ una occasione per conoscersi meglio e confrontarsi con quell’Io che è dentro di noi e con cui dialoghiamo molto poco o per nulla.

Dati del Sicily Ultra Tour che bisogna segnare in agenda?

L’Evento, che ha avuto il patrocinio della regione siciliana,  parte il 5 settembre 2020 e si chiude il 18 settembre. Le tappe  iniziano tutte le mattine alle ore 8.00 e ripartono dal punto di arrivo della tappa precedente.  Ovviamente la durata della tappa dipenderà molto dalle condizioni tecniche del percorso e dalle condizioni atmosferiche che troveremo. Ad oggi è prevista una durata massima di 12 ore per tappa. L’ospitalità è prevista in  hotel tre e quattro stelle al fine di permettere agli atleti ed agli assistenti  di recuperare fisicamente e mentalmente.  Ogni sera è prevista la cena con cucina tipica siciliana ed internazionale ed un piccolo briefing per descrivere le difficoltà della tappa successiva.

Per maggiore informazioni si può guardare il sito www.sicilyultratour.it

da contenuto esterno

Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *