NewsPrimo piano

Societari assoluti: primo round a Cus Palermo e Cus Catania

Per quanto riguarda i risultati individuali spiccano le prove di Samuele Licata (400 e 400 h) e di Alessia Carpinteri (100 e 200 piani). Ritorno alle gare per Simona La Mantia

Va in archivio con buoni risultati,  la prima fase per dei  Campionati di Società Assoluti 2018 che si sono svolti in questo fine settimana presso l’impianto di atletica leggera del Cus Palermo. Buoni risultati che fanno da contraltare alle corsie e pedane “vuote” di alcune discipline. “Vuoti” che non possono non fare riflettere…

Le gare: Sono i giovani a fare vibrare forte le corde delle emozioni sportive. Su tutti Alessia Carpinteri (Cus Catania) che vince i 100 in 11.88 (+0.2) e si ripete nei 200 piani con 24.29 (-0.7) entrambe le distanze suggellate dal record personale. Bene anche Martina Cusumano (Cus Palermo) 12.27 nei 100 e 25.16 nei 200

Sugli scudi anche Samuele Licata (19 anni ieri) gelese della Milone Siracusa che sabato ha vinto i 400 piani in 48″59 e ieri i 400 ostacoli in 52″75, migliorando i due  personali. Sempre sabato e sempre nei 400 piani exploit dell’allievo del Cus Palermo, Riccardo Meli che ha fermato il crono sui 48.70

Tornando alla velocità da segnalare la vittoria nei 100 di Nicholas Artuso con un “tranquillo” 10.74 (-0.7). Nei 200 piani primo posto per Federico Ragunì (Cus Palermo) con il tempo di 21.65. Sempre nei 100 da segnalare l’ottima performance dell’allievo Matteo Melluzzo (Milone Siracusa) con il crono di 11.11

La prima prova del cds ha anche segnato il ritorno alle gare, dopo la maternità, per Simona La Mentia (Cus Palermo). L’atleta in forza alle Fiamme Gialle ha salato nel triplo la misura di 13.20 (+1.5).

Sempre in tema di pedane ieri ha preso il via la stagione all’aperto  del campione italiano indoor Antonino Trio messinese del Cus Palermo: 7,55 (+1.7) la sua misura, stabilita all’ultimo salto. Nel disco l’allievo della Siracusatletica Mark Sztandera lancia a 48.66 (record regionale di categoria) davanti a Isidoro Mascali (Cus Palermo) 46.52. 

Chi non guarda l’anagrafe, invece, è la 43enne Lucia Pollina (Cus Palermo) che ieri negli 800 ha fermato il crono sui 2.13.75, giungendo seconda neri 400 dietro la reginetta della specialità Giulia Magno (Cus Catania) per lei il tempo di 56.19. Altra atleta senza tempo anche Laura Speziale classe 1972 che ha vinto i 1500 metri (solo 5 le atlete in gara)  e i 5000 (in questo caso sei le atlete allo start).

Senza problemi Clara Tasca (Cus Catania) nei 3000 siepi, gara in solitaria (staccatissima la giovanissima Alice Mammina) e tempo finale di 11.00.80. Bella la gara del martello con la vittoria dell’esperta Irene Messina della Sal Catania ( 46.27), su Antonella Siracusa del Cus Palermo (45.09) e Nicoletta Cipriano del Cus Catania (44.91).

Nei 1500 maschili arriva la vittoria dell’azzurro Carmelo Cannizzaro (Running Modica) in 4.07.12 che prevale di un soffio su Zohuir Sahran (Amatori Duilia) in 4.07.17. Nei 5000 maschili svetta Nicola Mazara (Cus Palermo) in 15.21.06.  

Nell’alto vittoria con polemica, relativa al tempo a disposizione degli atleti per saltare e sulle conseguenti ammonizioni inflitte dalla giuria per avere  sforato lo stesso, per Ernesto Pascone (Cus Palermo) che si è fermato ai 2 metri rinunciando al terzo tentativo dopo due nulli sulla misura di 2.03.

Per quanto riguarda le società. Dopo questa prima prova, al maschile guida il Cus Palermo, seguito dalla Milone Siracusa e dall’Atletica Villafranca. Al femminile svetta il Cus Catania, seguito dalla Sal Catania e dal Cus palermo.   

CLICCA QUI X ANDARE A TUTTI I RISULTATI

 

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *