Casa FIDALInterviste Racconti EditoriaPrimo piano

Paolo Gozzo è il presidente della Fidal Sicilia

Paolo Gozzo è il nuovo presidente del Comitato Regionale FIDAL Sicilia. Nell’assemblea elettiva, svolta stamane all’Hotel Addaura di Palermo, il dirigente di Solarino (Siracusa) è stato rieletto per la quarta volta alla guida dell’atletica siciliana, dopo i tre mandati precedenti che si sono conclusi nel 2012 img_6192-copia_okcon l’elezione di Gaspare Polizzi, presidente uscente. Netta la vittoria di Gozzo, che ha ricevuto 2714 voti (67,4%), mentre 1228 voti (30,49%) sono andati all’altro candidato Francesco Giannone, mentre 85 sono img_6187-copia_okstate le schede bianche. Prima che iniziassero le operazioni di voto avevano ritirato la loro candidatura Di Noto e Sciuto.  

Eletti in consiglio regionale Davide Bandieramonte (2931 voti), Alberto Iemmolo (2649), Giancarlo La Greca (2635), Giuseppe Locandro (2618), Luigi Bentivegna (2587), Gabriele Rinaldi (2555), Giuseppe Di Natale (2472), Ignazio Gagliardi (2364), Giovanni Scimone (2164), Massimo Bianca (939), Salvatore Gebbia (927) e Salvatore Pisana (883). Primo dei non eletti Roccasalva. 127 le società siciliane, presenti con loro dirigenti o per delega, andate al voto. 

Bandieramonte, Rinaldi, Di Natale, Scimone, Bianca, Gebbia e Pisana sono delle new-entry in consiglio. A ricoprire la carica di revisore dei conti regionale sarà Giuseppe Lo Sicco. A presiedere una “calda” assemblea è stato Vincenzo Parrinello, consigliere nazionale della FIDAL. 

L’atletica siciliana oggi riparte rinforzata – queste le prime parole del neo presidente della Fidal Sicilia Paolo Gozzo – solo con la collaborazione di tutti, l’intero movimento, strutturalmente, potrà crescere. La nostra maggiore forza sarà incentrata sull’unione, la condivisione e la forza progettuale”.

A nome della redazione di siciliarunning le congratulazioni e i migliori auguri per un buon lavoro al presidente Gozzo e ai consiglieri eletti.

Tags

Potrebbero interessarti

43 thoughts on “Paolo Gozzo è il presidente della Fidal Sicilia”

  1. Paolo Gozzo è un Presidente Esperto e Professionale che farà ripartire l’Atletica Siciliana. Ha l’autorevolezza e l’autorità per ottenere anche per la Sicilia, Manifestazioni nazionali e contributi alle Società. A mio avviso sono stati eletti degli ottimi Consiglieri che potranno affiancare il Presidente in questa dura battaglia per ridare respiro nazionale ai nostri giovani atleti. Finalmente il Comitato Regionale si è svecchiato, largo ai Giovani, guidati da qualche buon Veterano. Adesso, però, è giunto il tempo di sbracciarsi e lavorare per portare risorse economiche nelle magre casse del Comitato Regionale. Occorre il contributo di tutti Noi sportivi per convincere Sponsor piccoli e grandi a credere e scommettere sul nostro movimento giovanile e master. Un grosso in bocca al Lupo al Presidente Gozzo ed a tutti gli Eletti al Comitato Regionale.
    Dr. Giuseppe Fichera

  2. credo che sia stato un bel segno di democrazia avere lasciato che fossero eletti i tre consiglieri di minoranza.
    dai voti espressi si sarebbe potuto facilmente prendere tutto.
    speriamo che questo atto sia visto come un segnale di distenzione.

  3. bravo Ignazio, accantoniamo il passato e cominciamo a lavorare per il Futuro.
    Adesso c’è da nominare il Vice che a onor di logica dovrebbe essere Davide Bandieramonte e soprattutto trovare un nuovo tesoriere.

  4. la mia impressione è che possa esseere un buon comitato.
    peccato non riconfermare Giordano.
    faccio un appello al nuovo Presidentr di non perdere pezzi da 90 come Pino e conferiglki incarichi di prestigio

  5. Incominciamo bene con… distenzione.
    Cosa ci vuole a cercare la parola – prima di scriverla – sul vocabolario o su Google?
    Il grande giornalista, Indro Montanelli a 90 anni e più lo faceva.
    Il professorino del cazzo

  6. condivido quanto dice Michelangelo, prima di scrivere bisogna prima di scrivere bisogna consultare il vocabolario, ma soprattutto sciaquarsi la bocca e essere educati

  7. Gozzo OK,
    la composizione del comitato mi pare deboluccia.
    adesso secondo il programma del presidente sara’ nominata una squadra esterna di 4 saggi .

  8. Caro Ignazio, non ho offeso nessuno, mi sono autodefinito IO STESSO così. Si capisce benissimo – e Franco l’ha capito – che un po’ d’ironia non guasta. Non capisco le battute di Germana e Tanino. Ho sperimentato da sempre che appena si parla della nostra vituperata lingua, l’italiano, si accendono gli animi. Davvero strano.
    Michelangelo Granata ovvero il professorino del c….

  9. Per Michelangelo.
    ti chiedo scusa ma avevo frainteso.
    niente di personale, adesso possiamo continuare a parlare liberamente di problemi della nostra disastrata Federazione.
    un caro saluto

    Ignazio

  10. non capisco cosa vuol dire:

    credo che sia stato un bel segno di democrazia avere lasciato che fossero eletti i tre consiglieri di minoranza.
    dai voti espressi si sarebbe potuto facilmente prendere tutto.
    speriamo che questo atto sia visto come un segnale di distenzione.

    o forse avete fatto i conti male ?

    visto che siete maggioranza avete il compito di portare avanti il comitato regionale nel bene e nel male
    la minoranza VIGILERA’……sul vostro operato

    buon lavoro

    1. Ma di che state parlando ?
      Maggioranze, minoranze, commissioni di vigilanza delle minoranze !
      forse dovreste smettere di vedere la politica ” brutta ” della televisione e dedicarvi alle Vostre società e ai vostri atleti con più amore e dedizione.
      Il comitato regioanle è un organo ormai vuoto, che spende l’80% delle proprie risorse per mantenere la sede e gli impiegati.
      non capisco su cosa bisogna vigilare.
      bla , bla, bla ………………

  11. non e’ compito mio sapere se i conti sono stati fatti bene o male,io mi limito a costatare i fatti e i voti espressi 2500 mediamente dei candidati di maggioranza a mio modo di vedere garantivano il margine per non lasciare niente alle minoranze
    Per quanto mi riguarda vigila quanto ti pare.
    ma con didtenssione

  12. mi pare che Giuseppe la prenda troppo in politica –
    Ricordo a tutti che parliamo di sport –

    Se qualcuno sa’ di altri interessi occultati a noi poveri podisti lo dica pure –

    Per quanto mi riguarda 12 consiglieri per la FIDAL Sicilia mi pare un’enormità,

  13. purtroppo tutto si butta in politica.

    io faccio una costatazione, il sito della FIDAL SIcilia ancora non ha dato la notizia del nuovo comitato.
    in altre regioni ci sono i calendari invernali online .
    alla faccia della tempestività’ !!!!!!!!!!!

  14. non date la colpa al neo comitato, la notizia doveva essere data dal vecchio comitato, come del resto spettava al vecchio comitato redigere il calendario invernale.
    ma il vecchio Presidente e’ schizzato via

  15. per noi amatori non cambiera nulla.
    con i soldi delle iscrizioni continueremo a gareggiare su strada e ci divertiremo.
    quelli che dovranno avere benefeci del nuovo corso, dopo 4 anni di tribolazioni, sono i poveri agonisti.

  16. la FIDAL, questa sconosciuta.
    io corro grazie alla UISP
    e da tre anni che non mi tessero più’.

    Ma vi ricordate che cosa e’ stato l’ultimo quadriennio siciliano ?
    amatori abbandonati a se stessi e sfruttati con il pagamento esponenziale delle iscrizioni e il tesseramento

  17. sara’ molto impegnato per recuperare 4 anni che ci hanno portato sul baratro. mai la FIDAL era caduta cosi’ in basso sia a livello di movimento che culturalmente

  18. non credo che Bandieramonte possa fare il Vice di Gozzo, ci sono i legacci della vecchia leaderschip , che non vogliono intrusioni.
    il fatto che Davide è stato il più votato non sarà preso in considerazione

  19. oggi staremo a vedere .

    ma anche se fosse cosi , non vedo chevcinsia di male.

    Potrebbero fsrevuna scelta di concordia e nominare Gebbia tesoriere e Bandiera monte vice

  20. Bandieramonte,Di natale,Iemmolo,Gagliardi,La greca,Gebbia,Bianca ma quanti vice presidenti pretendenti ci sono??????’?
    Povera fidal pensate a Travagghiare

  21. in che guai si è messo il neo ma non tanto Presidente della FIDAL.
    fuochi incrociati e minacce di dimissioni, tegole che cadono da un fatiscente comitato lasciatogli in eredità.
    quanto restisterà alle barricate di schieramenti precostituiti prima dell’Assemblea regionale
    ai posteri l’ardua sentenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *