Brevi...di corsa

Trino attende gli amanti della salita

Tutto pronto a Trino (VC) per la seconda edizione della Trino-Santuario di Crea e l’attesa è enorme in tutto il territorio. Si guarda soprattutto al cielo sperando che le previsioni meteorologiche vengano confermate e che si possa vivere una domenica di grande sport con un clima favorevole. “Almeno quest’anno tutti i concorrenti potranno godersi il tracciato dal primo all’ultimo metro, nel 2018 per gran parte si corse nella nebbia” ricorda l’organizzatore Vanni Mussio, in queste ore impegnatissimo nella rifinitura del tracciato di 19 km con un dislivello di 420 metri, una vera e propria gara per amanti della salita, tutta disegnata su asfalto, che porterà i concorrenti da Piazza Comazzi a Trino, da dove verrà data la partenza alle ore 9:30, fino al piazzale antistante il Santuario di Crea.

Un percorso collinare ideale per testarsi in questa particolare fase della stagione, quando si è nel pieno dell’inverno e molti stanno accumulando km per le maratone primaverili. Proprio il dislivello è da una parte un ostacolo, ma dall’altra il giusto ingrediente per mettersi alla prova, su una distanza anche piuttosto vicina alla mezza maratona. Chi è meno allenato potrà in alternativa optare per la 5 km, con dislivello di 260 metri che porterà i concorrenti ad affrontare solo la parte finale della classica piemontese, partendo alle ore 9:45 dal Campo Sportivo de La Madonnina.

Le iscrizioni stanno arrivando alla sede organizzativa a ritmo continuo e a 72 ore dall’evento si contavano oltre 160 adesioni, ma il grosso è atteso per domenica, dove ai tavoli della segreteria si potrà provvedere all’adesione già dalle ore 8:00, versando la quota di 25 euro comprendente oltre al pettorale anche il pacco gara ricco di prodotti del territorio e il biglietto di ritorno a Trino attraverso un pullman messo a disposizione dagli organizzatori. Presente alla manifestazione anche il vincitore della prima edizione, Michele Belluschi già in evidenza in queste prime gare della stagione (primo alla Mezza di San Gaudenzio il 13 gennaio e terzo domenica alla Maratonina Falconeri di Monteforte d’Alpone dietro due kenyani) e pronto a migliorare il record della gara stabilito lo scorso anno in 1h07’49”. Fra le donne la campionessa uscente è la polacca Katarzyna Kuzminska in 1h22’33”. Appuntamento a domenica, per un test di prima categoria.

da comunicato stampa

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *