News

Cinque atleti disabili correranno la staffetta alla 6 Ore Clarentina

Correranno alla 6 Ore Clarentina, la manifestazione organizzata dall’ASD Centro Atletico San Pietro Clarenza, con la collaborazione del comitato provinciale della FIDAL Catania e  l’ACSI del capoluogo etneo, e saranno protagonisti insieme ai loro “colleghi atleti” normodotati. Sono cinque atleti disabili che hanno imparato a guardare la vita da un’altra angolazione, a sfidarla giorno dopo giorno e a fare dello sport una ragione di vita, perché lo sport (lo abbiamo detto più volte) è vita, è aggregazione e aiuta tutti a vivere meglio. Cinque nomi, cinque atleti, cinque storie, un unico amore verso lo sport per vivere di emozioni, adrenalina e passione. A San Pietro Clarenza sabato pomeriggio ci saranno anche loro tutti insieme impegnati nella staffetta delle 6 ore; ci sarà  Juan Carlos Di Bella che ha iniziato l’attività agonistica nel Gennaio 2012, facendolo da protagonista  con la vittoria  ai Campionati Assoluti del Titolo Italiano nel 100 metri. Quest’anno Juan Carlos ha mancato di un soffio il bis giungendo secondo nei 100 e nei 200 metri ai Campionati italiani recentemente svoltisi a Grosseto.

179122_475451389210123_1157474427_n

Ivan Messina che ha iniziato l’attività agonistica nel settore corse nel Gennaio del 2012, qualificandosi ai Campionati Italiani Assoluti, terzo nei 100 metri e secondo nei 200 e nei 400. Quest’anno Ivan è stato inserito nella lista dei convocati provvisori per i giochi del Mediterraneo “Turchia 2013”, mentre è stato splendido protagonista nei 400, 800 e nei 1500 ai Campionati italiani Assoluti,  centrando il titolo di vice campione italiano in tutte e tre le distanze. Risultati che gli hanno permesso di entrare nell’orbita della Nazionale. Ci sarà anche “Superman” Giuseppe Garaffo, ex atleta, mezzofondista maratoneta e ultramaratoneta, ma anche grande appassionato di ciclismo. Ha corso la prima maratona da disabile dopo un brutto incidente in moto nel 2009; In “uniciclo” ha disputato la maratona di Catania del 2010, poi, l’ASD Atletica Misterbianco, società per la quale era tesserato, gli ha fatto dono di una Hand bike. Con quella Giuseppe ha partecipato a diverse gare; nel 2011 ha corso la maratona di Roma, i campionati italiani assoluti e, sempre nel 2011, ha conquistato il Gran Premio della Montagna di rifugio Sapienza in apertura della tappa Messina-Etna del 94° Giro d’Italia. Attualmente si è lanciato nell’avventura del basket in carrozzina con il neonato Cus Catania, in vista del prossimo campionato di serie B. Ma non finisce qui perché Giuseppe Garraffo, che tra il 2010 e il 2012 ha partecipato alle fasi finali dei campionati di nuoto assoluti per la L.I.F.E. Onlus nella distanza dei 50 dorso e dei 100 rana,  continua a coltivare la sua grande passione,  allenandosi in bici per le strade dell’Etna.

Alessandro Settipani 35 anni di Augusta (SR), da 9 anni su una sedia a rotelle a causa di un incidente stradale. Ha partecipato in handbike alla maratona di Parma, a quella di Roma e a molte maratone organizzate in Sicilia.

1 (94) (Copia)

 

Infine, “dulcis in fundo” alla 6 ore Clarentina ci sarà Salvo Campanella, la cui storia tutti conosciamo. Atleta del Marathon Monreale, il 2 luglio dello scorso, è stato vittima di un incidente sul lavoro, che gli ha causato una lesione al midollo spinale.  Da un anno Salvo vive in carrozzina, ma già all’indomani dell’incidente, ci tiene a sottolineare da combattivo qual’è, voleva saltare su una handbike e gareggiare. Da qualche mese (splendida ed emozionante la sua partecipazione da apripista al Trofeo Città di Monreale dello scorso mese di giugno) ha iniziato gli allenamenti in hand bike.  Gioca ed è tesserato con la squadra di basket in carrozzina “I ragazzi di Panormus”. Ma l’impegno di Salvo va già oltre i campi di gara perché è Presidente della neonata “ASD Il vento in faccia Handbike Empowerment “ associazione che promuove l’handbike a Palermo.

66895_475451332543462_1358739807_n

Sabato ad “accompagnare” gli atleti ci sarà anche la terapista occupazionale Roberta Zito. Un impegno che sarà doppio per Juan Carlos di bella, Ivan Messina, Salvo Campanella e Alessandro Settipani. I 4 atleti conclusa la manifestazione clarentina si sposteranno a Ragusa per partecipare, l’indomani, alla Ragusa – Modica – Scicli, corsa in strada in linea di 24 chilometri. Infine i ringraziamenti, quelli che chiudono sempre le belle storie già scritte e quelle da scrivere. “Un ringraziamento particolare – ci tiene a sottolineare Salvo Campenella –  va agli organizzatori della 6 Ore Clarentina,  Salvo Crudo e Davide Bandieramonte che ci hanno permesso di partecipare all’evento clarentino, così come ringrazio Mimmo Causarano per la gara di domenica la Ragusa.Modica-Scicli”.

Potrebbero interessarti

3 thoughts on “Cinque atleti disabili correranno la staffetta alla 6 Ore Clarentina”

    1. In bocca al lupo Salvo! Leggo che gli altri atleti in handbike son fortissimi! Fatti valere! e buon divertimento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *