Varie

Lo sport siciliano è protagonista anche online

Che lo sport siciliano vanti una tradizione di tutto rispetto non lo scopriamo certo ora: l’isola ha avuto da sempre un rapporto privilegiato con numerose discipline sportive, esprimendo atleti di altissimo livello. In particolar modo nel campo dell’arma bianca, con la grande tradizione storica della scherma siciliana che tante soddisfazioni ha portato nelle competizioni internazionali, ma anche con sportivi in grado di ottenere importanti successi in tutti i campi, dal ciclismo al calcio fino ad atletica e pallanuoto. Non sorprende, dunque, che negli ultimi anni si stia assistendo a exploit da parte di atleti siciliani in un contesto sportivo ancora nuovo: quello degli eSport. Le competizioni videoludiche vantano una storia ormai ultraventennale, ma è solo negli ultimi anni che, complici alcuni importanti riconoscimenti dalle più importanti federazioni sportive, si stanno potendo affermare come una sorta di sport 2.0. E, in questi nuovi campi sportivi digitali, la bandiera siciliana è portata ben in vista da numerosi esponenti e società.

Nel mondo degli eSport quella associativa è una presenza importantissima: che si tratti di società ufficiali o semplici associazioni amatoriali, le più importanti competizioni di squadra vedono costantemente le vittorie di team affiatati e ben organizzati. Nello scenario italiano ampio spazio si stanno ritagliando le squadre eSport delle società calcistiche di ogni livello: un team eSport di una società che gioca in una categoria inferiore può benissimo competere, anche con successo, contro un team eSport di una società che gioca ai massimi livelli del calcio nazionale. I tornei ufficiali, il più importante dei quali è la eSerie A, in pochi anni hanno già assistito a non poche sorprese con protagoniste, appunto, compagini siciliane: dal Palermo al Catania, passando per Messina e la sua collaborazione col team Reghium eSport, il mondo del videogioco competitivo in Sicilia è particolarmente florido.

Una realtà che deve molto anche ad alcuni protagonisti che, competendo in singolo, si sono a loro volta distinti in diverse competizioni di eSport. Tra questi Federico Grassi, o Sarbi44 come è meglio noto online: si tratta di uno dei più importanti pokeristi siciliani, originario di Gela, i cui trionfi sono legati proprio alla versione digitale del poker competitivo. L’approdo al professionismo infatti passa in molti casi proprio dal poker online: la sua crescita, un fenomeno ormai ventennale, ha reso possibile per tutti gli aspirati professionisti mettersi alla prova in qualsiasi momento, potendo star certi di trovare una sessione di gioco attiva. In rete è infatti possibile affinare le qualità più importanti, come una saggia gestione delle proprie puntate o la gestione emotiva dei momenti negativi, senza doversi preoccupare di elementi fisici come linguaggio del corpo o poker face: un allenamento che, per Sarbi44, è stato determinante per la vittoria nello SCOOP del 2017.

 

C’è poi Rosario Monaco, di Acireale, conosciuto nei circoli del professionismo come Rikimaru: la sua specialità sono i titoli picchiaduro, come Tekken e Soulcalibur. Si tratta di videogiochi che, per la loro affinità agli sport di combattimento, sono da sempre stati molti vicini al mondo degli eSport, vedendo il rapido sviluppo di scene competitive nelle quali si sono distinti anche pro player siciliani come Rikimaru: tra i suoi più importanti traguardi figurano due vittorie consecutive, nel 2018 e 2019, della Malta Tekken National Cup.

Più recente l’approdo al professionismo di Bruno Frassetto, meglio noto come Brello: originario di Palazzolo Acreide, nel siracusano, lo scorso settembre ha partecipato a Londra ai Mondiali di Warzone, la modalità battle royale di Call of Duty. Nonostante la sua natura di shooter, Call of Duty è stato in grado nel corso del tempo di ritagliarsi uno spazio importantissimo nello scenario del videogaming competitivo, contribuendo in maniera determinante a far superare agli eSport la ristretta categoria dei videogiochi sportivi. Per Brello, l’avventura londinese non è finita nel migliore dei modi, limitandosi a confermare il piazzamento tra i migliori pro player del titolo, ma non mancheranno in futuro altre occasioni portate da una carriera nel professionismo che è appena iniziata.

Insomma, non solo sport tradizionale: la Sicilia si fa largo anche nello sport online, con i suoi atleti capaci di dire la loro ai più alti livelli delle competizioni di eSport.

 

Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *