Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




NewsPrimo pianoVarie

Salvatore Gebbia è il nuovo presidente della Fidal Sicilia

Gebbia ha ottenuto 1900 voti mentre l’altro candidato, Davide Bandieramonte  ha ottenuto 948 voti.   Eletti anche i 12 consiglieri

Palermo. Salvatore (Totò) Gebbia è il nuovo Presidente del Comitato Regionale FIDAL della Sicilia per il quadriennio 2021/2024. E’ questo l’esito dell’Assemblea Elettiva regionale che si è svolta oggi al Pala-Cus dell’impianto universitario di Palermo, nel pieno rispetto della normativa anti-Covid. L’assemblea, che ha visto esprimersi 155 società siciliane (2848 i voti disponibili) con una percentuale di “forza voto” pari all’89,08 %, è stata presieduta dal neo consigliere nazionale Carlo Cantales e aperta dal generale Vincenzo Parrinello,  commissario straordinario del comitato isolano negli ultimi tre anni.

Totò Gebbia, patron della Maratona internazionale città di Palermo e con un passato da buon 400 e 800ista, ha ottenuto 1900 voti mentre l’altro candidato, Davide Bandieramonte  ha ottenuto 948 voti.   

Nato a Palermo, cinquantatré anni, sposato e padre di due figlie, il neo presidente della Fidal Sicilia, è al primo mandato dopo essere già stato consigliere regionale (1996/2000) e soprattutto dopo due tentativi per la presidenza andati a vuoto, nel 2012, con l’elezione di Polizzi e nel giugno del 2017, con l’elezione di Nicola Siracusa.

Non nascondo la mia emozione, credo che oggi ci stia tutta; – queste le prime parole di Gebbia immediatamente dopo la sua elezione. Oggi riaccendiamo i motori dell’atletica leggera in Sicilia, una ripartenza nel segno della trasparenza, della condivisione e dell’impegno. Sono consapevole che c’è tanto da fare, tre anni di commissariamento, la pandemia, pesano, ma lavorando tutti insieme, ridaremo la dignità che l’atletica leggera siciliana merita. Abbiamo un gap con gli altri comitati italiani che va ridotto. Importantissimo –ha concluso Gebbia –   e basilare sarà il ruolo del consiglio, chiamato al massimo impegno e a spendersi per tutto il movimento”. 

Due i turni di chiamata al voto, dopo il primo dedicato all’elezione del presidente, a ruota la seconda chiamata per eleggere il consiglio (17 i candidati)  ed il revisore dei conti. Dodici gli eletti, tre sono donne, che formeranno il “governo” del comitato della Fidal Sicilia: Maurizio Roccasalva (1618), Sebastiano Leonardi (1525), Maria Tranchina (1516), Ignazio Gagliardi (1467), Giancarlo La Greca (1423), Aurora Agata Picone (1393), Antonio Siracusa (1375), Salvatore Di Noto (1367), Maria Tindara Ruggeri (1282), Ettore Rivoli (1219), Massimo Bianca (1131), Gianfranco Belluomo (1102). Prima dei non eletti Manuela Trimarchi con 1055 voti. Altri  non eletti, Emanuele Assenza (1051), Gabriele Rinaldi (1047), Alberto Pafumi (787) e Gugliemo Causarano (599). Eletto e confermato revisore dei conti, Giuseppe Salvatore Maria Lo Sicco. 

Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Close