Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




News

Etna Trail 2021, emozioni dal primo all’ultimo chilometro. Vincono Gheduzzi e Turini

La manifestazione, organizzata dall'Etna Trail ASD, ha visto al via circa 350 atleti arrivati da tutta Italia e da fuori confine.

Vibrante, emozionante e imprevedibile quanto basta. Stiamo parlando dell’Etna Trail 2021 che domenica scorsa ha “vissuto” la sua decima edizione. Protagonisti circa 350 atleti, suddivisi per distanza, e sua maestà il vulcano che ha salutato i suoi ospiti con una notte di “accesa” attività parossistica, limitandosi il giorno della gara a “sbuffare” e fumare nervosamente. Giornata calda, ma questo lo si sapeva già, ventosa molto ventosa in quota. 

Dicevamo tre distanze, altrettante emozioni con un percorso vario e ben segnalato, che rimarrà tra i ricordi più belli degli atleti, pronti a vivere un’avventura che solo l’Etna e manifestazioni come questa possono regalare.  I monti Sartorius, i crateri del 2002, il passaggio a 2800 dall’osservatorio, i boschi, le grotte, scenari lunari da favola.

La gara: partenza alle 6.03 del mattino per la 64 e favori della vigilia per Franco Collè, il valdostano recordman di salita e discesa dal Monte Rosa e vincitore per due volte del Tor des Geants. Collè, capitano del Team Hoka, ha guidato la gara per 24 chilometri circa, prima di ritirarsi a causa di un riacutizzarsi di un dolore all’inguine. Spazio allora per il suo inseguitore, il regolarissimo compagno di team Roberto Gheduzzi, di recente terzo alla 60 km del  Monte Rosa EST Himalayan Trail (gara lunga di 105 km vinta da Collè n.d.r.) che è andato a tagliare il traguardo di Piano Provenzana con il tempo di 7h57’09. Al femminile dominio della fortissima atleta del team Hoka Giuditta Turini, campionessa italiana di trail. L’azzurra che a novembre parteciperà con la spedizione italiana ai mondiali  di Trail in Thailandia, ha impiegato per portare a termine la sua gara, 8h59’23. 

Vito Massimo Catania (Atletica Amatori Regalbuto) in 8h14’02 e Valentina Tomasello (Marathon Misilmeri) in 11h04’02 sono stati i primi siciliani a tagliare i l traguardo nella distanza lunga. 

 Le distanze inferiori: nella 24 km vittoria di Giuseppe Privitera (Monti Rossi Nicolosi) in 2h29’27, mentre al femminile il successo è andato alla valtellinese Gaia Bertolini del team Hoka. 

Infine nella 14 km vittoria di Daniele Spampinato e Chaterine Chetcuti. 

Prevista una sgambata a tutto trail (tre chilometri) alla quale ha preso parte un gruppo di bambini, divertimento e gioia negli occhi dei più piccoli al cospetto di una natura che forse non avevano mai “toccato” con mano. 

Dopo lo stop per la pandemia dello scorso anno era importante ripartire,ed Etna Trail sfidando tutto e tutti lo ha fatto nel migliore dei modi mettendo in campo quella che è la sua forza, la squadra, la sua coesione (dai volontari, al presidente Mario Perdichizzi, da Nino Vecchio alla “mitica” Rosita, fino al direttore tecnico Carmelo Santoro, tanti tasselli di un puzzle che piano piano trovano il loro posto, regalando uno dei quadri sportivi più belli che la Sicilia possa vantare l’Etna Trail.   Nota finale la bellissima standing ovation, da parte degli organizzatori e dei presenti a Piano Provenzana, che intorno alle 21.30 ha accompagnato gli ultimi arrivi, un saluto che è un arrivederci. 

Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *