Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




Brevi...di corsa

Addio all’ex lanciatore Isidoro Mascali

Discobolo e martellista catanese, aveva 82 anni

Un lutto per l’atletica siciliana e per tutto il movimento azzurro. È scomparso l’ex lanciatore catanese Isidoro Mascali: aveva compiuto 82 anni lo scorso 6 gennaio. Dotato di una buona stazza (1,78×100 kg), nato per lanciare, aveva svolto la pratica dal 1954 al 1965 con la Libertas Catania, per poi riprendere dal 1980 al 2015, un arco temporale di ben sessantuno anni. Sino alla chiusura del Campo Scuola per i lavori, il 4 dicembre 2020, lo si poteva trovare in pedana, accanto alla gabbia, dove aveva fissato la sua dimora stabile. Negli ultimi tempi per seguire nel disco l’adorato nipote, che porta il suo stesso nome, Isidoro. Ma anche al figlio Dario, giavellottista, aveva trasmesso la stessa passione.

Aveva iniziato a 15 anni come velocista-pesista, uno strano connubio, ottenendo il titolo provinciale studentesco con il martello da 5 kg. Prova il disco e nel 1957 stabilisce la migliore prestazione italiana studentesca. Nel 1958, diciannovenne, è tra i primi juniores d’Italia con 43,33, vince il titolo siciliano assoluto del disco con 40,76 e innalza il primato siciliano a più riprese: da 42,93 lo porta a 45,73 nel 1961, un limite insuperato per quindici anni. Primatista regionale juniores pure nel martello (40,52), si affina in questa specialità, quasi terra di nessuno per gli atleti isolani, sotto la guida di Bruno Cacchi. Con questo nobile attrezzo, che diviene il suo regno, arriva fino a 51,60 (1964). Nel 1965 conquista il decimo titolo di campione siciliano, cinque nel disco più cinque nel martello. Poi, quindici anni dopo, dal 1980, ricomincia la sua attività da master. La sua ultima gara con l’amato martello, a 76 anni, nel settembre 2015 ai C.d.S. Master di Bastia Umbra. Alla famiglia va l’ideale abbraccio del presidente FIDAL Stefano Mei, del Consiglio federale e di tutta l’atletica italiana. 

Michelangelo Granata/FIDAL Catania

Sostieni SiciliaRunning

Siciliarunning da dieci anni è al servizio dei suoi lettori. Per continuare ad informare e a informarti Siciliarunning ha bisogno del tuo sostegno. Aiutaci con un tuo libero contributo.




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *