Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Pista, strada & trail

Infantino 10.31 nei 100 metri e 20.48 nei 200 in Florida

A Clermont il velocista azzurro a cinque centesimi dal personale nei 100 e a sette da quello sui 200 metri, nella serata americana di Pasqua

Pasqua sprint per Antonio Infantino ( nato a Welvyn Garden City, mamma avellinese, papà di Grotte in provincia di Agrigento) che si conferma vicino ai suoi massimi livelli in questo inizio di stagione all’aperto. L’azzurro timbra il crono di 20.48 (+1.6) nei 200 metri a Clermont, in Florida, cogliendo la terza prestazione in carriera con vento entro la norma. E arriva così a sette centesimi dal personale di 20.41, stabilito un paio di anni fa sulla distanza nella quale ha vinto il titolo italiano alle ultime due edizioni degli Assoluti. Il portacolori dell’Athletic Club 96 Alperia chiude secondo nella scia del 20.37 di Josephus Lyles, fratello dell’iridato Noah, con il quarto tempo in totale. A sbalordire è il giovanissimo Erriyon Knighton: in una serie successiva lo statunitense classe 2004 si porta a 20.31 (+1.7) e ritocca il 20.33 di agosto con cui era diventato il secondo under 18 di sempre al mondo, alle spalle del fulmine Usain Bolt (20.13 nel 2003).

In precedenza, nella serata americana, il trentenne velocista italo-britannico aveva corso i 100 metri in 10.31 (+1.0) per centrare il suo secondo risultato di sempre tra quelli regolari. Appena cinque centesimi in più rispetto al proprio limite, piazzandosi quarto in finale dopo il 10.36 (+2.4) della batteria aiutato da una brezza troppo favorevole. Ma qui domina Fred Kerley, bronzo mondiale dei 400, che in 10.03 (+1.0) abbassa nettamente il personal best. Era il secondo weekend di gare in Florida per Infantino, a una settimana dall’esordio di Miramar con 10.32 (+2.7) e 20.38 (+2.5) entrambi ventosi. Tra le stelle del Pure Athletics Spring Invitational anche l’olimpionica del giro di pista Shaunae Miller-Uibo: la bahamense debutta all’aperto nei 200 firmando la migliore prestazione mondiale dell’anno in 22.03 (+1.5), mentre nei 400 al maschile 45.51 per il britannico campione europeo Matthew Hudson-Smith.

da Fidal

Foto Colombo/Fidal

Sostieni SiciliaRunning

Caro lettore da settimane la redazione di siciliarunning lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi e affidabili anche sulla emergenza Coronavirus, in un momento lavorativo difficile tra gare podistiche annullate ed eventi saltati.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento difficile. Grazie!




Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *