Brevi...di corsa

La Polisportiva Marsala doc alla Maratona di Venezia

E’ stato nello splendido scenario di Venezia che il presidente della Polisportiva Marsala Doc, Filippo Struppa, ha tagliato il traguardo delle 50 maratone corse in carriera. E per questo, Struppa ha espresso tutta la sua gioia. “Un mio piccolo traguardo – dice il presidente della Marsala Doc – che auguro a tutti, giovani e meno giovani di questa società sportiva, di raggiungere. Sono molto contento della mia gara. Ho raggiunto il mio obiettivo secondo le previsioni.

Ci sono stati tempi migliori, ma è bello sapersi adeguare al corso degli anni e a cavalcarli”. Negli anni più verdi, Filippo Struppa, che a Venezia ha concluso la sua prova in 4 ore e 46 minuti, ha corso la maratona anche in 3 ore e 17 minuti. A far compagnia al presidente, a Venezia, sono stati altri sette atleti, alcuni dei quali (Vito D’Errico, Salvatore Villa e Sebastiano Rizzo) debuttanti in una gara ufficiale sulla distanza “regina” dell’atletica leggera (42 km e 195 mt). E tutti hanno fornito belle prestazioni. Tra i marsalesi, il primo a tagliare il traguardo posto in Riva degli Schiavoni, dopo l’emozione del passaggio in piazza San Marco tra due ali di folla festante, è stato Antonio Pizzo, che ha chiuso in 3 ore, 20 minuti e 24 secondi (posizione 413 su quasi settemila iscritti e 12° nella categoria SM55). A corta distanza sono arrivati sono arrivati un super veterano, Michele D’Errico (terzo nella SM65), e un esordiente in una competizione di così alto valore, Vito D’Errico. Ovvero, padre e figlio. Allenatore e discepolo. I rispettivi tempi sono stati 3:22:02 e 3:22:04. “Farla con mio padre – commenta Vito D’Errico – è stata un’esperienza fantastica. Lo ringrazio per il suo supporto e i suoi insegnamenti, grazie alla mia famiglia che mi ha supportato, grazie a tutte le persone che mi vogliono bene e ne loro piccolo mi hanno dato qualcosa, e anche un grazie a me che fino ad un anno fa non riuscivo a fare neanche 50 metri. E proprio vero se ci metti il cuore vai dappertutto”. Analoghe emozioni hanno vissuto gli altri due debuttanti: Sebastiano Rizzo e Salvatore Villa, arrivati insieme a Demetrio Rizzo (fratello di Sebastiano) tutti con lo stesso tempo (4:31:34). Anche per loro è stata giornata speciale ed esaltante. A completare il successo della squadra azzurra è stato il veterano Ignazio Abrignani.

da Ufficio Stampa

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *