Pista, strada & trail

Brixia Meeting vetrina di talenti: l’Allievo Melluzzo re dello sprint

A Bressanone successo per i tedeschi del Baden-Württemberg. Nello sprint è ancora Matteo Melluzzo con la canotta del Team Italia

 La squadra tedesca del Baden-Württemberg a vincere la 37esima edizione del Brixia Meeting. A Bressanone (Bolzano) molti dei migliori allievi italiani e i portacolori di quattro team provenienti dall’estero si sono dati battaglia in una lunga mattinata di gare, al termine delle quali i tedeschi svettano nella classifica generale con 545 punti davanti alla Lombardia (534 e primo posto nella classifica maschile) e al Veneto (532). Tra i risultati di spicco c’è la doppia vittoria individuale di Larissa Iapichino (Toscana/Atl. Firenze Marathon): la 16enne figlia d’arte (mamma Fiona May, papà Gianni) domina nel salto in lungo (6,26/+0.5) e nei 100hs (13.70/-0.6). Bella spallata nel giavellotto per il campano Simone Cuciniello (Running Club Napoli), in gara con la selezione azzurra del Team Italia: sfiora i settanta metri e diventa il quarto allievo italiano alltime con 69,98, il migliore di sempre al primo anno di categoria (è nato nel 2003). Il bel momento nei lanci giovanili coinvolge anche la friulana Milena Busi (Atl. Brugnera Friulintagli) che con 50,78 nel giavellotto scala le liste italiane fino al quinto posto e il ligure Davide Costa (Cus Genova) settimo alltime nel martello di categoria grazie al suo 70,83. Progressi anche nei 2000 siepi per la beniamina di casa Katja Pattis (Südtirol Team Club) scesa a 6:52.79 per il quinto posto nella liste under 18. Entra in top 10 anche il lombardo dell’Atl. Bergamo 1959 Oriocenter Samuele Maffezzoni nei 110hs (13.81/+0.8) all’ottavo posto. Si conferma in condizione la saltatrice in alto toscana Idea Pieroni (Virtus Cr Lucca) che supera 1,83 e bussa alle porte dell’1,86. Nello sprint, sigillo del siciliano Matteo Melluzzo (Milone Siracusa) nei 100 metri con 10.66 (-0.6).

SPRINT: MELLUZZO 10.66 – Il siracusano Matteo Melluzzo (Milone Siracusa) con la maglia azzurra del Team Italia primeggia nei 100 metri fermando il cronometro a 10.66 (-0.6), dopo essere già sceso in stagione a 10.56 sulla pista di casa a fine marzo. Anche al femminile è la tricolore indoor dei 60 metri Melissa Mogliani Tartabini (Marche/Atl. Recanati) a salire sul gradino più alto di Bressanone nei 100 con 12.04 (-0.3) e altri due centesimi tolti al proprio limite.  

da comunicato fidal

Foto Melluzzo (archivio siciliarunning)

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Close