Brevi...di corsa

Ottimo avvio di stagione per la Polisportiva Marsala Doc

Sono stati ben 37 gli atleti della Polisportiva Marsala Doc che hanno tagliato il traguardo nella Mezzamaratona di Sant’Agata di Militello, prima prova del Grand Prix regionale Fidal 2019. E la massiccia partecipazione, oltre ad alcune prove di qualità, è subito valsa alla società del presidente Filippo Struppa la ribalta anche nelle classifiche generali di squadra: terzo posto in campo maschile (su quasi 170 società) e quarto in quello femminile. Sulle strade del centro messinese, su un percorso abbastanza selettivo, con dure salite compensate da una ripida discesa, e un lungo rettilineo sul lungomare, con le isole Eolie da un lato e cime dei Nebrodi innevate (uno spettacolo unico), il più veloce dei marsalesi è stato Giacomo Milazzo, che con il tempo di 1 ora, 25 minuti e 55 secondi è stato 51° assoluto (su circa 800 concorrenti) e 14° nella sua categoria d’età (SM45). A seguire, hanno tagliato il traguardo posto nella piazza del castello di Sant’Agata di Militello anche Antonio Pizzo (1:29:27), Enzo Lombardo (1:30:43), Ignazio Cammarata (1:30:57), Fabio Sammartano (1:32:39), Silvio Giardina (1:32:49), Pietro Sciacca (1:34:11), Antonino Genna (1:34:42), Roberto Liuzza (1:37:06), Giuseppe Mezzapelle (1:37:07). E poi ancora, con lo stesso tempo, 1:38:49, Damiano Ardagna e Marianna Cudia, con quest’ultima ottima terza nella sua categoria (SF35). Al successo collettivo hanno, infine, contribuito anche Francesco Cernigliaro, Enzo Castiglione, Giuseppe Cerame, Agostino Impiccichè, Monica Terzo, Antonino Chirco, Giuseppe Valenza, Matilde Rallo, Corrado Galeota, Salvatore Villa, Giuseppe Genna (SM50), Paolo Graffeo, Demetrio Rizzo, Mimmo Ottoveggio, Roberto Angileri, Nicola Purpura, Antonino Badalucco, Santo Nizza, Alfredo Di Napoli, Anna Lisa Panicola, Salvatore Panico, Vito Cascio, Isabella Valenti, Giuseppe Genna (SM35) e Paola Imparato. Parecchi, tra questi, sono stati i debuttanti. Nelle Marche, invece, Michele D’Errico ha partecipato alla sua ennesima maratona, anzi la “Supermaratona di Fano”, che lo ha visto ancora una volta sugli scudi: sesto assoluto con il tempo di 3:27:48. E ciò ad appena sette giorni di distanza dalla “50 km sulla sabbia” corsa sulla spiaggia di San Benedetto del Tronto insieme a Damiano Ardagna.     

Ufficio Stampa

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Close