Dalle societàVarie

Le donne di Rotterdam…

Il traguardo che fa dimenticare mesi di sacrifici, le lacrime di gioia ed un occhio al cronometro. Piccole e grandi emozioni di chi corre la regina delle distanze...

Questo articolo non vuole essere un mero elenco di tempi, posizioni e categorie, ma un omaggio ad uno stupendo gruppo di donne siciliane, protagoniste ieri a Rotterdam, in occasione della edizione della  maratona della cittadina olandese.  

Liliana Scibetta

Protagoniste non solo per le loro performance atletica, che pure ci sono state, ma per essersi ancora una volta messe in gioco, tra divertimento e impegno, condivisione e sudore, per sfidarsi e mai sfidare e alla fine asciugare quelle lacrime che dopo il traguardo sono venute giù in maniera tanto spontanea quanto emozionante.

Le “nostre” donne, le amiche di sempre che conosciamo, che incontriamo ad ogni gara, forti, che non si arrendono, pronte a rappresentare la nostra terra e a rappresentarci. Le emozioni le hanno vissute tutte loro, ma siamo certi che guardando i loro sguardi al termine della maratona, quelle emozioni sono arrivate fino a noi e di questo non possiamo che gioirne, perché lo sport è gioia, al di la di qualsiasi retorica e di sport si vive bene. 

Giuseppina Samperisi con il marito Alfonso Sciarratta

L’aspetto sportivo e agonistico è poi importante perché gratifica le atlete di tutta una serie di sacrifici fatti nei mesi precedenti la gara, il freddo e vento dell’inverno, il buio, i momenti no, il dover “abbinare” lavoro e passione, dovere e piacere, l’essere mamma e moglie.

 

Carmela Bivona

E così in terra d’Olanda hanno corso, hanno tribolato e alla fine hanno tagliato il traguardo Liliana Scibetta (Pro Sport Ravanusa) migliore del gruppo con il tempo di 3h13’09 (11a di categoria SF40); Gisella Polopoli (Monti Rossi Nicolosi) in 3h23’25 (56a di categoria SF); Cinzia Sonsogno (Podistica Capo d’Orlando) in 3h25’25 (17a di categoria SF45); Giovanna Giorgianni (Sal Catania) in 3h30’22 (30a di categoria); Marinella Barbagallo  (ASD Placeolum) in 3h34’07 (35a di categoria SF45); Lidia Alcuri (Polisportiva Menfi ’95) in 3h45’25 (58a di categoria SF40); Lucia Calafiore (ASD Placeolum) in 3h43’26 (SF50); Elisa Sapuppo (Monti Rossi Nicolosi) in 3h49’13 (di categoria SF35; Carmela Bivona (runcard – Messina) in 3h54’08; Giuseppina Samperisi (Pro Sport Ravanusa) in 4h45’00 (SF60). 

E quello che resta adesso è davvero “tanta roba”…

Qualora dovessimo esserci “persi” altre atlete siciliane, una vostra segnalazione sarà gradita…

Tags

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *