NewsPrimo pianoVarie

Siciliani in evidenza alla Stramilano

Podi ed ottime prestazioni crono per alcuni atleti siciliani alla Stramilano. Barbara e Francesca Vassallo rispettivamente prima e seconda (PF)

Non solo i top runner alla 43esima Stramilano Half Marathon, non solo l’eterna sfida dei colored Kenia – Etiopia, perchè sfogliando le classifiche troviamo atleti siciliani che sono saliti sul podio della mezza meneghina.

Cominciamo dalle più giovani le gemelle Vassallo Barbara e Francesca (entrambe dell’Atletica Po. Bagheria) che, dopo il primo e secondo posto, in quest’ordine, alla Giulietta e Romeno H/M, ieri hanno replicato. Nella categoria PF Barbara Vassallo  ha chiuso la sua gara al primo posto, con il tempo di 1h27’30. Alle sue spalle la gemella Francesca (1h28’25). Gara costellata (come riportano le cronache) dall’influenza per Barbara e da crampi per Francesca. Prestazione maiuscola anche per Mohamed Idrissi (Mega Hobby Sport) che ha fatto segnare il tempo di 1h08’24, che equivale ad un 24° posto assoluto. Nella categoria PM quarto di categoria (45° assoluto) è Alberto Amenta (Libertas Scicli) in 1h12’32; quinto Giuseppe Laudicina (Cus Palermo) in 1h13’12 (50° assoluto). Nella categoria (SM50) secondo posto per Attilio Alessandro (Atletica Sicilia) in 1h18’30. Nella categoria (SM75) terzo posto di categoria per Antonino Micali (Forte Gonzaga Messina) con il tempo di  2h12’03. 

Torniamo alle donne con il netto succersso, nella categoria (SM65) per Clara Minagra (Trinacria Palermo) con il tempo di 1h53’03 (r.t.) . Annalisa Di Carlo (Mega Hobby Sport) centra il 20° posto assoluto (14° della categoria SF ) con il tempo di 1h28’06. Lucia Calafiore (Placeolum) è decima di categoria (SF50) con il tempo di 1h43’22. 

Scatti “siciliani” alla Stramilano 2018

 Complimenti vanno a tutti gli altri atleti siciliani che hanno concluso la 43a Stramilano Half Marathon.

A seguire (comunicato Fidal)

Vittorie africane alla 43esima Stramilano Half Marathon. Tra gli uomini il keniano Felix Kibitok avvicina il muro dell’ora con 1h00:11 mentre al femminile si impone l’etiope Sutume Asefa Kebede in 1h07:54 sfiorando il primato della manifestazione, tutti e due al record personale sui 21,097 chilometri. Dopo le ultime cinque edizioni dominate dal Kenya in entrambe le gare sulle strade del capoluogo lombardo, stavolta conquistano il successo due atleti di nazionalità diversa. Nella popolare mezza maratona con partenza in piazza Castello, sede quest’anno anche dell’arrivo, la migliore italiana al traguardo è Alice Gaggi che si piazza al sesto posto in 1h13:40. Un netto progresso di oltre due minuti per l’azzurra della corsa in montagna, campionessa mondiale della specialità nel 2013.

Nella prova maschile sesta vittoria consecutiva del Kenya, invece per la seconda posizione riesce a spuntarla l’eritreo Mogos Shumay con 1h00:40 nei confronti dell’altro keniano Paul Kariuki Mwangi (1h00:42) seguito dal connazionale Joel Maina Mwangi (Dinamo Sport, 1h01:33) e dall’etiope Tesfaye Lencho Anbesa(1h01:53).

Al 14° posto Pietro Bomprezzi (Nuova Atletica Astro, 1h06:55), quindi diciottesimo il campione mondiale di corsa in montagna lunghe distanze Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana) con il personale di 1h07:45, preceduto da Nicola Bonzi (Atl. Valle Brembana, 16° in 1h07:34) e Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate, 17° in 1h07:40). Più di 5600 gli atleti arrivati nella gara agonistica di mezza maratona, partita con il tradizionale colpo di cannone in una mattinata primaverile.

 

Foto copertina Colombo

Tags

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *