News

Artuso – Randazzo: inizio d’anno con i botti

Nella categoria Promsse titolo italiano nei 60 piani per Artuso e nel lungo per Randazzo. Due prestazioni che hanno sbaragliato la concorrenza

Nicholas Artuso (60 piani) e Filippo Randazzo (lungo) hanno conquistato il titolo tricolore, nella categoria Promesse, ai Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor che si sono svolti questo fine settimana ad Ancona.  

Sulla pedana del lungo il vice campione europeo under 23 Filippo Randazzo (Fiamme Gialle) è atterrato a 7.90; Sotto il tetto della palas marchigiano l’azzurro è poi andato ostinatamente a caccia del gran balzo con l’8 in prima cifra, ma una sfilza di nulli millimetrici sulla plastilina dell’asse di battuta,  l’ha costretto ad accontentarsi. Per il 21enne delle Fiamme Gialle di san Cono, l’ennesimo titolo (quinto) in carriera,  dopo che nella passata stagione era arrivato settimo agli Europei Indoor di Belgrado e aveva conquistato l’argento europeo U23 a Bydgoszcz.

Scintille, emozioni (tra false partenze e squalifiche) ma soprattutto felici conferme nello sprint: il messinese Nicholas Artuso (Atl. Villafranca), al primo anno di categoria, si è aggiudicato il titolo Promesse migliorandosi a 6.65, a due centesimi dallo standard di iscrizione per i Mondiali Indoor di Birmingham (6.63). Netta la supremazia di Artuso, unico in finale, a scendere sotto il muro dei 6.70. Nel 2017 – insieme a Filippo Tortu, Alex Zlatan e Mario Marchei – è stato argento europeo e record italiano under 20 con la staffetta 4×100 azzurra a Grosseto.

RISULTATI/Results 

Fonte Fidal

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *