News

17° Grand Prix Sicilia di Mezze Maratone S/M: il regolamento

Come anticipato qualche giorno fa, il Grand Prix quest’anno si arricchisce di due nuove location, Donnalucata e Cefalù. In questo modo si è voluto distribuire meglio il campionato nel territorio regionale, inserendovi anche le provincie di Ragusa e Palermo.

Particolare attenzione è stata dedicata alla ripartizione delle gare nel corso dell’anno, inserendo una distanza di almeno 3 settimane tra una mezza maratona e l’altra e prevedendone 4 prima della pausa estiva e 4 dopo.

A causa di importanti lavori di ristrutturazione dell’Autodromo di Pergusa, la gara di Enna si è dovuta spostare al mese di giugno, per cui, solo per il 2018, si correrà il 2, giornata festiva. In previsione di potenziali temperature più elevate, la gara sarà espletata in pomeridiana/serale, per cui si correrà eccezionalmente di sabato, cosicché l’indomani non si avrà l’impegno della giornata lavorativa.

Novità importanti riguardano le classifiche individuali e di società: Confermata la classifica “Maglia Oro”, che premierà ad ogni gara gli assoluti maschili e femminili e che determinerà i vincitori assoluti del Grand Prix di Mezze Maratone tra coloro che avranno corso tutte le relative gare nel minor tempo totale.

Proprio dall’esperienza positiva della “Maglia Oro”, inserita per la prima volta nell’ultima edizione, è stato elaborato il nuovo sistema di calcolo delle classifiche individuali, in cui l’elemento unico e fondamentale sarà il tempo impiegato da ciascun atleta, eliminando in questo modo ogni fattore esterno (in particolare il numero di partecipanti ad ogni gara) che possa influenzare inopportunamente il risultato personale.

Infatti, la classifica finale sarà la somma dei tempi reali ottenuti da ogni atleta in almeno 6 delle 8 gare in calendario; tuttavia, ritenendo corretto dare un valore anche all’impegno partecipativo di coloro i quali espletano più gare, sono stati previsti dei bonus:

  • 2 minuti da decurtare al tempo delle migliori 6 gare per chi ne corre almeno 7;
  • ulteriori 3 minuti da decurtare al tempo delle migliori 6 gare per chi le corre tutte.

Nelle classifiche di squadra, oltre ai risultati reali degli atleti sarà determinante anche la partecipazione quantitativa e ciò perché, ovviamente, non è ipotizzabile in una competizione sportiva di porre degli svantaggi a carico delle società più numerose al fine di rendere più competitive quelle con meno atleti.

Alle classifiche di società partecipano le squadre maschili e femminili che abbiano avuto atleti classificati in tutte le 8 gare.

In ciascuna gara sarà stilata una classifica assoluta dei tempi reali maschili e femminili ed al/la primo/a saranno assegnati tanti punti quanti sono i relativi classificati. Pertanto, in un’ipotetica gara in cui vi sono 700 atleti, di cui 500 uomini e 200 donne, al primo saranno assegnati 500 punti ed alla prima 200 punti, ai secondi 499 e 199 e così via di seguito, fino agli ultimi, ai quali sarà assegnato 1 punto ciascuno.

La somma dei punti assegnati agli atleti della stessa società costituirà il punteggio della propria squadra maschile e femminile.

Anche in questo caso riteniamo di avere reso più corretto il calcolo delle classifiche, poiché il sistema di attribuzione dei punteggi in base alla graduatoria di categoria portava ad avere atleti che avevano concluso la gara in minor tempo ma che si vedevano attribuiti punteggi più bassi rispetto ad altri che, pur avendo tempi maggiori, erano meglio classificati nelle rispettive categorie.

È da sottolineare che per le classifiche del GP si terrà conto dei tempi reali ottenuti dagli atleti, così da non penalizzare coloro i quali partono dalle retrovie del gruppo ed evitare pericolosi “ingolfamenti” alla partenza, fermo restando che l’ordine ufficiale di arrivo per ciascuna gara ai soli fini della classifica FIDAL sarà quello dato dai tempi assoluti all’arrivo, secondo il regolamento della medesima Federazione.

A tal riguardo, nonostante il Grand Prix sia arrivato alla sua 17ᵃ edizione, è alquanto opportuno ribadire e precisare la sua funzione, anche al fine di evitare ogni tentativo di strumentalizzazione: tutte le gare del circuito sono delle gare ufficiali Fidal, autorizzate ed inserite nel calendario nazionale della Federazione. Peraltro, le gare che non sono autorizzate dalla Fidal non possono neanche denominarsi “mezze maratone”.

Il Comitato organizzativo è un organismo associativo su base volontaria che si è costituito (e modificato) nel corso degli anni, per dare vita ad una competizione a carattere regionale, dotandosi di relativi regolamenti e provvedendo ogni anno a premiare quegli atleti che, nelle rispettive categorie, sono emersi dando il meglio di se stessi in ogni gara.

Quindi il GP non è organizzato dalla Fidal ma ogni singola gara è una gara Fidal e tutti gli organismi territoriali della Federazione non solo hanno il diritto ma hanno anche il dovere di presenziare a tali manifestazioni per verificarne la regolarità.

La costituzione in forma associativa ha consentito, nel corso di tutti questi anni, di offrire una competizione alla quale, con una modica cifra, diverse centinaia di atleti siciliani si sono potuti sportivamente confrontare, vedendo riconosciuto il loro impegno con le premiazioni, che solo per le Mezze Maratone nel 2017 hanno visto assegnare 231 trofei.

Se non esistesse il Grand Prix di Mezze Maratone gli stessi atleti avrebbero un’unica gara per sfidarsi in funzione dell’assegnazione del titolo regionale di categoria, riservato solo ai vincitori. 

Quindi, per chi ha il piacere di partecipare, appuntamento con la prima gara del Grand Prix Sicilia di Mezze Maratone del 2018 che si disputerà ad Agrigento il 04 marzo con la 15ᵃ edizione della Mezza Maratona della Concordia.

Da quest’anno, in tutte le gare del GP, per ogni 10 atleti iscritti la società avrà un pettorale omaggio.

Il Comitato Organizzativo del Grand Prix Sicilia di Mezze Maratone, costituito dalle seguenti società sportive:

  • ASD GS Valle dei Templi
  • ASD Atletica Enna
  • ASD Polisportiva Marsala DOC
  • ASD La Tartaruga
  • ASD Podistica Jonia Giarre
  • ASD Atletica Gela
  • ASD Murialdo Cefalù – ASD Universitas Palermo
  • ASD Culturale Peppe Greco Scicli

presenta il calendario ed il regolamento della 17ᵃ edizione del Grand Prix Sicilia di Mezze Maratone 2018, costituito da 8 tappe inserite nel calendario nazionale FIDAL, nelle seguenti date:

Data Località Manifestazione Organizzazione
04.03.18 Agrigento 15ª   Mezza Maratona della Concordia G.S. Valle dei Templi AG
25.03.18 Donnalucata (RG) 1ª     Mezza Maratona “Riviera di Ponente” Culturale Peppe Greco
15.04.18 Marsala 5ª     Maratonina Marsala Città del Vino – Trofeo Biotrading Cup Pol. Marsala Doc
02.06.18 Pergusa (EN) 8ª     Mezza Maratona Città di Enna Atletica Enna
16.09.18 Cefalù (PA) 1°    Trofeo Maratonina Perla del Tirreno Murialdo Cefalù – Universitas Palermo
07.10.18 Sciacca 3ª     Maratonina di Sciacca Terme La Tartaruga Sciacca
28.10.18 Riposto 7ª     Maratonina Blu Jonio Pod. Jonia Giarre
02.12.18 Gela 5ª     Maratonina del Golfo Atletica Gela

SCARICA IL REGOLAMENTO

Regolamento Grand Prix Mezze Maratone 2018-approvato

  

Potrebbero interessarti

10 thoughts on “17° Grand Prix Sicilia di Mezze Maratone S/M: il regolamento”

  1. Salve, è poco chiaro il punto 16 e 17 del regolamento, non ho capito bene se verrà premiato solo chi avrà portato a termine tutte le 8 gare delle mezze oppure dovrà portare a termine anche tutte le gare di 10 km Fidal per entrare nei fedelissimi??

    1. Buongiorno,
      chi avrà corso le 8 gare di mezze maratone (e non è nelle classifiche individuali di categoria) sarà premiato come “Fedelissimo”, se avrà fatto anche tutte le gare da 10 km riceverà solo il premio “Superfedelissimi”.

  2. Quindi il GP non è organizzato dalla Fidal ma ogni singola gara è una gara Fidal e tutti gli organismi territoriali della Federazione non solo hanno il diritto ma hanno anche il dovere di presenziare a tali manifestazioni per verificarne la regolarità. Appunto come mai la gara di Agrigento non risulta nelle classifiche individuali Fidal di ciascun Atleta? Dell’ultimo Gp è l’unica a non risultare. Perché prima di rassegnare le gare non si controllano quelle precedenti dato che noi atleti abbiamo pagato in più per parteciparvi in quanto la Fidal ha aumentato la tassa per poterla chiamare mezza maratona? Basterebbe tirarsi fuori e organizzare una gara alternativa che non sia mezza e chi vuole partecipare partecipa come hanno fatto alcuni organizzatori tirandosi fuori dalle gare Fidal.

  3. A TUTTI I PRESIDENTI DELLE SOCIETA’ CHE ORGANIZZANO IL 17° G.P. DI MEZZE MARATONE, SI CHIEDE DI VALUTARE LA POSSIBILITA’ DI MODIFICARE IL PUNTO NR. 16 (PREMIAZIONE FINALE INDIVIDUALE E DI SOCIETA’).
    LA MODIFICA CONSISTEREBBE NELL’AUMENTARE I PREMIATI DI CATEGORIA E DI SOCIETA’ SINO AI PRIMI 10 PER TUTTE LE CATEGORIE E LE PRIME 10 SOCIETA’ SIA MASCHILE CHE FEMMINILE.
    SI CONTINUA AD AUMENTARE IL COSTO ISCRIZIONE…… AUMENTIANO UNA COSA IN FAVORE DEI PARTECIPANTI.
    ANTICIPATAMENTE SI RINGRAZIA.
    PIETRO GIARDINA: ASD. PASSIONE CORSA RIBERA.

  4. avete ammazzato un campionato, io sono sm50 non potro mai competere con un sm o sm35, parto gia sconfitto in partenza, quindi perchè partecipare solo per fare numero, era meglio il regolamento 2017, c’era più competizione, classifica assoluta piu di categoria ora solo una i tempi

    1. Io penso che lei abbia fatto un po’ di confusione, perché sulla composizione delle classifiche non è cambiato assolutamente nulla, lei sarà classificato tra tutti gli SM50 come gli altri anni, però invece di ricevere punti saranno sommati i suoi tempi. Spero di essere stato più chiaro e di non avere ammazzato nient’altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *