21 km tra le vigne: di scena la Cerasuolo di Vittoria


Vittoria (Rg) – Centodiciotto gli sportivi che si sono sfidati ieri mattina all’ultimo secondo nel tracciato di 21 kilometri tra le vigne della Cerasuolo di Vittoria Runners, la competizione sportiva che per il secondo anno consecutivo ha acceso i riflettori sul territorio in un mix tra sport ed enogastronomia. Una nuova tappa, per la Strada del Cerasuolo di Vittoria e le aziende che ne fanno parte, di puntare alla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze in chiave sportiva.

Grazie alla collaborazione con l’a.s.d.”No al doping e alla droga” la competizione sportiva si è rinnovata. Sul podio dei vincitori Antonino Nicosia dell’a.s.d. Pol. Uisp Santacroce con 1:25:21, seguito da Enzo Gianninoto (a.s.d. No al doping e alla droga, 1:26:09) e Vincenzo Bartoluccio (a.s.d. Niscemi Running 1:26:19); Maia Cotrin Margareth (Ass.dil. atletica Padua RG), invece, è la prima tra le donne con 1:32:40. Podio completato dalla netina Fiorella Valvo (Placeolum Palazzolo) e Laura Tummino (No al Doping).

Dopo la gara la mattinata è stata dedicata alla degustazione dei vini delle cantine della Strada e di prodotti tipici del territorio (dietro pagamento di un ticket n.d.r.): i panini di Fud, accompagnati dai salumi del Chiaramontano, dai latticini, le scacce e i dolci di Bubalus, le arancine di Pizzuta- 100% quality of Sicily e il cioccolato di Modica di CioMod.

 

“Un ringraziamento va all’a.s.d. ‘No al doping’ per averci affiancato anche quest’anno- commenta il presidente dell’associazione Arianna Occhipinti-. La scelta di promuovere e rappresentare il nostro territorio anche attraverso la formula sportiva si rivela vincente e intendiamo scommettere ancora su questo tipo di eventi”.

“L’a.s.d. ‘No al doping’– aggiunge Marco Marangio dell’associazione sportiva- e tutte le squadre della zona fra cui la Uisp Santa Croce, la Padua di Ragusa, la Tre Colle di Scicli riconfermano la grande fiducia verso la Cerasuolo Runners. L’attrattiva di questa gara va oltre il cronometro, la resistenza e la velocità, perché un percorso del genere, ricco di scorci mozzafiato e passaggi avventurosi (ma non troppo) tocca il cuore di tutti i partecipanti. Pochi sono coloro che pensano al cronometro. Con la Cerasuolo Runners c’è solo da divertirsi in compagnia degli amici di corsa e approfittare di un paio d’ore di sano doping naturale”.

Ufficio stampa Strada del Vino Cerasuolo di Vittoria