Cosimo Azzollini conquista il podio della Filippide


Alla decima edizione della Maratona alla Filippide non potevano mancare i migliori atleti della No al Doping e alla Droga di Ragusa. Nella magica notte fra sabato 5 e domenica 6 agosto ha preso il via dall’Antica Stazione di Chiaramonte Gulfi la famosa gara che si ispira all’impresa dell’ateniese Filippide. Come lui tutti gli atleti hanno corso la distanza di 42,195 m. senza cronografi e aiuti moderni, e ritrovando, in una calda notte estiva, lo spirito autentico della maratona. “Non potevo festeggiare nella maniera migliore il mio compleanno,” ha dichiarato Biagio La Rosa che il giorno della gara ha compiuto 46 anni “Partecipare a questa gara con la mia famiglia No al Doping è il regalo più bello che potessi farmi”. “Sono molto contento del risultato di oggi”, ha dichiarato invece Orazio Firrincieli, “Ho conquistato il quarto posto e ringrazio sempre mia moglie Mara e i miei figli Giovanni e Michela che mi danno la forza di poter raggiungere questi traguardi”

I premiati della squadra sono stati Cosimo Azzollini (3°- 2:48:58), Orazio Firrincieli(4°- 2:54:22), Cristian Di Giorgi (5°- 2:56:45), Sergio Naselli (6°- 2:59:06), Carmelo Ursino (7°- 3:01:26) e Elisa Simonelli (50^ e 4^ fra le donne- 3:34:16) … a seguire in ordine di arrivo Giovanni Gatto (11°- 3:08:47), Salvatore Gianchino (12°- 3:09:06), Giovanni Sanzone (15°- 3:12:56), Stefano Giurdanella (24°- 3:22:08), Giovanni Dezio (28°- 3:25:32), Mirco Incardona (29°- 3:26:27), Flavio Sortino (33°- 3:30:13), Luca Di Giorgi (51°- 3:34:18), Enzo Tidona (57°- 3:37:11), Giovanni Cascone (66°- 3:41:11), Concetto Turlà (70°- 3:41:38), Antonia Iaquez (72^- 3:42:19), Gaetano Vizzini Bisaccia (74°- 3:45:16), Claudio Cappello (85°- 3:53.13), Flavia Modica (100^- 3:58:24), Giombattista Liguori (101°- 3:58:45), Pietro Minardo (103°- 3:59:02), Gianluca Marletta (105°- 4:00:28), Giuseppe Fanara (108°- 4:00:44), Matteo Lombardo (127°- 4:07:11), Emanuele Piccione (130°- 4:09:26), Letizia Tavormina (132^- 4:10:39), Andrea Marangio (133°- 4:10:39), Alessandro Occhipinti (138°- 4:15:06), Angelo Panagia (139°- 4:15:06), Luca La Motta (145°- 4:17:50), Giovanni Macca (153°- 4:25:08), Laura Tummino (154^- 4:27:17), Paoletta Zaffarana (160^- 4:33:11), Maurizio Randazzo (168°- 4:37:48), Guglielma Taranto (174^- 4:43:18), Amalchide Occhipinti (182°- 4:53:09), Vincenzo Azzollini (185°- 4:56:56), Biagio La Rosa (190°- 5:08:11), Pietro Carbonaro (195°- 5:58:34).

Nella stessa domenica una squadra composta da cinque atleti della No al Doping e alla Droga ha partecipato alla scalata del Santo di Adrano, gara con un dislivello di circa 470 metri e una lunghezza di 9 km. Ottimo piazzamento per Enzo Gianninoto, 11° assoluto e 2° di categoria con 45’47”, a seguire Giampaolo Ravalli 16° con 46’55”, Giuseppe Licitra 19° con 47’22”, Rosario Occhipinti 97° con 1:04’21” e Vito Mauro Pinnizzotto 102° con 1:04’56”.

da comunicato