ULTIMISSIME

Corsa per la memoria: Atleti azzurri e gente comune insieme nel ricordo…


Correre per mantenere viva la memoria e il ricordo delle vittime delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio: a 25 anni dagli attentati, a Palermo nasce la I edizione della “Corsa per la memoria”, una gara di 10 km promossa dalla Fondazione Falcone e da FIDAL, la Federazione Italiana di Atletica Leggera.

È in programma anche la Stracittadina, ovvero una non competitiva di 5km aperta a tutti e da correre ognuno al proprio passo.

Al nastro di partenza della 10k, inserita nel calendario nazionale, saranno presenti molti atleti della nazionale italiana: Giuseppe Gerratana, specialista sui 3000 metri siepi, vice campione continentale agli Europei under 23 di Tampere 2013, l’Olimpionico Yuri Floriani delle Fiamme Gialle, Mattia Moretti, specialista negli 800 e 1500 metri, Claudia Cesarini Oro ai campionati del mondo ed Atleta olimpionica nel Pentathlon, Paolo Zanatta – G.S. Fiamme Oro Padova, Silvia Weissteiner, 40 volte presente in nazionale e bronzo Europeo, Rosalba (Rosaria) Console, medaglia d’oro ai Mondiali militari di maratona con le Fiamme Gialle, Anna Incerti Olimpionica con la nazionale Italiana e campionessa Europea nella Maratona, non correrà la 10K competitiva ma accompagnerà la gente nella 5K non competitiva essendo la Madrina FASTED (Corriamo per la Talassemia) della manifestazione e Palermo è la sua città natale, Angelo Iannelli vincitore della 1° Maratona dedicata a Pietro Mennea, Manuel Cominotto vice campione ai mondiali militari di Maratona.

 

“La Corsa per la Memoria” non è solo un appuntamento sportivo, sin dall’ideazione dell’iniziativa è stato chiaro quale dovesse essere il senso dell’evento: il ricordo e l’esempio che le vittime delle stragi ancora oggi possono dare a tutti noi per farci guardare avanti e affrontare il futuro con spirito positivo, con coraggio, altruismo e sacrificio.

Il Comitato organizzatore, composto da Giorgio Cambiano, Nicolas Meletiou e Aldo Siragusa, ha voluto fortemente la realizzazione di un libretto, destinato ai partecipanti alla manifestazione, adulti e bambini, alle scuole di Palermo ma non solo che esprimesse il senso e il messaggio dell’evento. Grazie all’accurato disegno e al ritratto delle vittime e con una frase che potesse ricordare ciascuno di loro, così è nato il libretto, curato da Stefania Giuliani e Lorenzo Bartolucci, con la prefazione di Valerio Piccioni, giornalista de La Gazzetta dello Sport, e una frase di Nicolas Meletiou: “C’è chi ti insegna ad inchinarti e chi ti insegna a vivere a schiena dritta. Quando scegli un Maestro scegli cosa diventare”.

A tutti i partecipanti della 10k e 5k sarà offerto il pacco gara che prevede: la maglia tecnica ufficiale per la 10k, la t-shirt in cotone per la 5k, prodotti messi a disposizione degli sponsor e il Libretto della Corsa per la memoria.

Domenica 21 maggio 2017 chi correrà la 10K competitiva o la 5K non competitiva potrà farlo non soltanto per ricordare ed onorare le vittime delle efferate stragi del ’92, ma anche per raccogliere fondi a favore della Fasted Palermo Onlus, la Federazione delle Associazioni Siciliane di Talassemia, Emoglobinopatie e Drepanocitosi che ha sede presso la U.O.C. Ematologia con talessemia dell’ARNAS Civico – Di Cristina Benfratelli di Palermo.

A tutti i runners all’arrivo verrà consegnata la medaglia dell’evento.

Per le iscrizioni e ulteriori informazioni tecniche http://www.corsaperlamemoria.it/

Ufficio stampa evento

(1) Comment

  1. Ferruccio

    Mi arrivano segnalazioni di atleti tesserati EPS i quali non riescono ad iscriversi alla Manifestazione (rifiutata dal sito https://www.enternow.it/iol/index.jsp?idms=1401 che gestisce le iscrizioni) in quanto l'iscrizione è riservata ai soli atleti Fidal, Runcard Fidal. Per gli atleti tesserati Eps invece è obbligatoria la richiesta di Runcard Eps come specifica il regolamento "Atleti tesserati per un Ente di Promozione Sportiva (Sez. Atletica), in possesso di Runcard-EPS". Certo che inserire una tale discriminante in una manifestazione di elevata caratura sociale e morale come la Corsa per la Memoria, mi sembra una decisione di infimo spessore, sociale e morale. Mi voglio augurare che trattasi solamente di una svista. Pertanto chiedo chiarimenti in merito all'organizzatore Aldo Siragusa persona, almeno fino ad oggi, che ha sempre dato notevole rilievo all'associazionismo. Mi auguro che si sia trattato solo di una deprecabile distrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *