News

Le firme di Buccafusca e Mirone sulla Scalata Dinnamare

Il palermitano Massimo Buccafusca (Club Atletica Partinico) e l’iblea Maria Fernanda Mirone della Barocco Running hanno trionfato, domenica 14 maggio, nell’undicesima edizione della “Scalata Dinnamare-Trofeo Sportado”, valida come “Memorial Michele Scarantino”.

Una bella giornata di sole, il fascino unico dei luoghi e la soddisfazione degli atleti al traguardo, mista alla fatica, hanno reso speciale la manifestazione peloritana FIDAL, organizzata dalla Podistica Messina con il patrocinio della UISP. Oltre 170 i runners al via, che hanno difeso i colori di numerose società siciliane e calabresi. Duro ed affascinante il percorso interamente in salita, che ha portato i podisti dal campo “Santamaria” fino al Santuario di Dinnamare, a 1100 metri d’altezza per un totale di 19.5 km con una pendenza media del 6% e punte anche del 21%. Mozzafiato la cornice dei Colli di San Rizzo, tra la ricca vegetazione e l’incantevole panorama dello Stretto di Messina. 

I vincitori hanno fatto selezione fin dall’avvio, staccando i rivali più accreditati già nei tornanti iniziali della lunga ascesa. Il loro vantaggio, ampio alle “Quattro Strade”, è divenuto incolmabile arrivati al “Borgo Musolino”. Buccafusca si è imposto, così, con il tempo di 1h29’39”, precedendo di quasi 9’ Antonio Ferrara della Sport Etna. Terzo l’altro catanese Carmelo Rapisarda (Fortitudo), che ha fatto fermare il cronometro dopo 1h38’48”.

A seguire si sono piazzati: Massimiliano Terranova (Atletica Caltagirone), Salvatore Sessa (Podistica Messina), Cosimo Azzolini, Giuseppe Licitra, entrambi della No al Doping, Antonio Loria (Forte Gonzaga), Alessandro Recupero e Gaetano Lo Presti, compagni della Podistica Pattese.  Sedicesima assoluta la Mirone, che ha chiuso in 1h50’03”, precedendo l’eccellente Valentina Castorina della Podistica Messina (1h57’20”). Gradino più basso del podio, a pari merito, per Cinzia Sonsogno (Podistica Capo d’Orlando) e Lara La Pera (Marathon Misilmeri). Quinta Teresa Latella (Podistica Messina), sesta Elisa Simonelli (No al Doping), settima Daniela Tripepi (Podistica Messina) e ottava Carmela Gasbarro, anche lei della Podistica Messina.

“E’ stata una bella gara – ha dichiarato “a caldo” Buccafusca – sono andato su con il mio passo e non ho avuto fortunatamente particolati problemi. Spettacolare il paesaggio sia durante la corsa che in cima”. Sulla stessa lunghezza d’onda la Mirone: “E’ stata la mia prima volta alla “Scalata Dinnamare” e devo dire che si trattato di una piacevole esperienza. Sono scattata con un ritmo sostenuto, che ho mantenuto lungo il tragitto”.

(Ufficio Stampa)                                          

Potrebbero interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *