Con Il Vento in Faccia verso la Maratona di Roma

Con Il Vento in Faccia verso la Maratona di Roma


L’ASD Vento in Faccia, del presidente Salvo Campanella,  domenica prossima 23 marzo, avrà il suo “battesimo” oltre lo Stretto, prendendo parte alla Maratona di Roma, con un piccolo record “Made in Sicily” già ottenuto. “Saremo i primi tre siciliani facenti parte di una stessa squadra a partecipare a questo evento – afferma Campanella –  insieme a noi le nostre famiglie. Prendere parte alla gara sarà per noi un traguardo, finalmente avremo modo di confrontarci con i nostri amici biker del nord dai quali sicuramente verremo “battuti ” essendo noi dei novellini. Noi non puntiamo assolutamente alla prestazione, sarà una giornata stupenda e puro divertimento, ma state attenti perché il sano agonismo non mancherà e alla fine uno arriverà primo ma vinceremo tutti perché abbiamo accettato questa sfida”. Un primo importante gradino sognando e perché no, anche programmando le paralimpiadi di Pechino del 2016.

10000411_594489400639654_913510836_o

Intanto nei giorni scorsi la squadra (a rappresentarla lo stesso Campanella e Luigi Palì) è stata presentata presso l’unità spinale UOC dell’ospedale Cannizzaro di Catania. Nei mesi scorsi stessa cosa era avvenuta presso Villa delle Ginestre a Palermo. Importante e ben riuscito l’incontro di Catania con qualche ragazzo “mieloleso”, ricoverato presso la stessa struttura, che ha anche provato le handbike. Tema dell’incontro la prevenzione alle lesioni midollari e a tal proposito fondamentale è stato il cartellone messo a disposizione dalla famiglia Belistreri dell’Associazione Medullolesi.

10000324_594489543972973_1978714291_o

Un tabellone nel quale sono stati posti in evidenza, gli incidenti sul lavoro. “Obiettivo principale dell’incontro ha sottolineato Salvo Campanella – rimane sempre lo stesso, vale a dire quello di fare uscire dalle anguste mura di casa  i ragazzi affetti da disabilità, l’inserimento della sport terapia come cura, il confronto col compagno che in se è crescita”. Importante, nel corso dell’incontro, la presa di posizione e l’impegno mostrato dal Presidente provinciale del CIP Antonio Petraliti con il placet del presidente regionale del CIP Roberta Cascio, che auspicano l’inserimento in pianta stabile di questa disciplina, da lanciare con dei corsi di avviamento presso le stesse strutture ospedaliere (una di queste può essere appunto il Cannizzaro di Catania). “ Tutto questo –  sottolinea sempre Campanella –  al nord Italia lo si fa già da parecchi anni”.

10000357_594491283972799_1022985383_o

Il presidente dell’ASD Vento in Faccia ha voluto ringraziare tutto lo staff dell’unità spinale, a partire dalla Dottoressa Maria Pia Onesta direttrice del centro e a Roberta Cascio; “grazie a loro – ha precisato Campanella – ci è stato permesso di mostrare a terapisti, medici pazienti e infermieri cosa è una handbike ,come la si usa e tutto quello che gira attorno a questo mezzo eccezionale”. Campanella poi si è voluto soffermare sulla figura di Salvatore Balistreri il presidente dell’ASMS l’Associazione mielolesi siciliani scomparso qualche mese addietro:  “noi – ha detto Campanella –  continueremo anche se non come sapeva fare lui, a lottare per i nostri diritti e per abbattere il muro dell’indifferenza (frase che spesso ripeteva Balistreri n.d.r.); la disabilità sta negli occhi di chi guarda”. Giusto ringraziamento infine allo sponsor tecnico dell’ASD, Cosentino bici e all’Ortopedia Sanisicilia che sostengono la compagine del presidente Campanella.