Perchè scrivere Atletica Leggera nel certificato medico sportivo

Perchè scrivere Atletica Leggera nel certificato medico sportivo


Un numero sempre maggiore di manifestazioni di Corsa su Strada accetta il certificato medico agonistico
solo se reca la dicitura ATLETICA LEGGERA. Purtroppo anche alcune Assicurazioni, in seguito a
denuncia di grave infortunio o sinistro, non accettano altre diciture (podismo o altro).
La FIDAL, nelle "Norme per l'organizzazione delle manifestazioni 2011 (ed. 2011 – approvata dal
Consiglio Federale il 03.12.2010)", scrive che "Nelle manifestazioni agonistico-promozionali possono
partecipare, oltre agli Atleti tesserati alla FIDAL, a Federazioni Straniere ed Enti di Promozione Sportiva
(sez. Atletica e nel rispetto delle Convenzioni stipulate tra FIDAL e gli Enti stessi) anche alunni e studenti
nell'ambito dell'attività sportiva scolastica".
Chiarisce anche che "Alle manifestazioni di Atletica Leggera di corsa su strada, ove previsto dagli
specifici Regolamenti, possono partecipare anche le persone italiane e straniere (persone straniere nelle
sole gare internazionali, in regola con le norme che disciplinano il soggiorno in Italia), non tesserate per
Società affiliate alla FIDAL".
Precisa che "le stesse saranno provviste dell'apposito cartellino di partecipazione gara, rilasciato
direttamente dalla Società organizzatrice della singola manifestazione, limitatamente alle categorie
amatori e master, nel rispetto della circolare esplicativa emanata dalla FIDAL".
Rimarca che "la loro partecipazione è comunque subordinata alla presentazione di un certificato medico
di idoneità agonistica".
Nel capitolo riservato al "Cartellino di autorizzazione alla partecipazione alle gare su strada per i non
tesserati FIDAL" precisa ancora meglio che "… la loro partecipazione è comunque subordinata alla
presentazione di un certificato medico di idoneità agonistica all'atletica leggera".
Sul cartellino gara è ben evidenziato che "Il sottoscritto XXX YYY dichiara di essere in regola con le
disposizioni vigenti in materia di tutela sanitaria delle attività sportive per quanto concerne la
certificazione di idoneità prevista per l'atletica leggera, conservata agli atti della società (D.M.
18/02/1982)”.
Sullo stesso piano anche la UISP di Reggio Emilia che, nelle “Regole del Tesseramento” scrive “…. è
OBBLIGATORIO indicare sul certificato la disciplina sportiva esatta, l'unica dicitura che vale ai fini
assicurativi è quella del “ATLETICA LEGGERA”, altre terminologie (es.: Podismo), possono dare adito a
contestazione”.
Nella richiesta UISP di tesseramento l’Atleta dichiara “Allego, copia del certificato medico per
l’attività agonistica – atletica leggera, … “ e nel “Vademecum attività 2012” la UISP ricorda ancora “ E’
possibile, il giorno stesso di un evento agonistico/competitivo, eseguire il tesseramento UISP sul campo
di gara, previa compilazione di un apposito modulo e consegna di una copia del certificato medico
per la pratica agonistica – atletica leggera altre specialità/sport non sono validi”.
Nota a margine (ma non troppo): lo stesso Ministero della Difesa, nel Regolamento per partecipare al
programma di avvicinamento all’attività Militare chiamato “Vivi le Forze Armate. Militare per tre
settimane” tra la documentazione da riprodurre, informa che “All'atto della presentazione presso i
reparti/Enti per lo svolgimento della visita medica, gli aspiranti frequentatori dovranno consegnare la
certificazione relativa all'idoneità all'attività sportiva agonistica atletica leggera e nuoto per la
Marina e per il rgt. lagunari e atletica leggera per Esercito, Aeronautica e Carabinieri.
Tutta la documentazione riportata la potrete trovare sul sito www.claudiobernagozzi.net.
Claudio Bernagozzi